Manaslu 8163 metri: è vetta per Marco Galliano e Cala Cimenti e inizia la discesa in snowboard e sci!!

Di GIANCARLO COSTA ,

Marco Galliano e Cala Cimenti in vetta al Manaslu
Marco Galliano e Cala Cimenti in vetta al Manaslu

Finalmente ce l’hanno fatta! Grazie alle news di Mattia che segue il blog di Marco Galliano, sono arrivate le notizie della vetta raggiunta dalla spedizione italiana di Marco Galliano e Carlalberto “Cala” Cimenti, vetta salita senza l’uso di bombole ad ossigeno artificiale. Partiti all’una e trenta dal Campo 4 a 7480 metri, in un freddo ovviamente himalayano, sono giunti in vetta verso le 9,30 e sono ritornati al Campo 4, scendendo in snowboard (Marco) e sci (Cala). Già perché la salita è solo la prima parte dell’impresa, in quanto il piatto forte è la discesa con gli attrezzi, sci e snowboard per completare un’avventura che ha pochi precedenti, visto che mai il Manaslu era stato disceso da uno snowboarder e mai da uno sciatore italiano. A breve altre news sulla bella avventura di Marco e Cala.

Per altre info www.marcogalliano.it e www.cmenexperience.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti