Vetan Classic (AO) nel vento: la prima di Coppa Italia Snow-Alp a Giancarlo Costa su Vanoncini e De Vecchi, Jenny Ferrod sempre prima donna.

Di GIANCARLO COSTA ,

Jenny Ferrod vincitrice del Vetan Classic 2013
Jenny Ferrod vincitrice del Vetan Classic 2013

Un fine settimana di fuoco, anzi di vento, quello passato a Vetan in Valle d'Aosta, per l'11a edizione del Vetan Classic, il raduno e la gara di snowboard-alpinismo. Gli elementi naturali, pioggia, neve e vento, ci hanno accompagnato fin dall'arrivo del venerdi sera all'Hotel Notre Maison, campo base di lusso della manifestazione, con una pioggia battente accompagnata da raffiche di vento. Ma la montagna è anche questo; senza rievocare “la dura lotta con l'alpe”, gli elementi della natura che ci offrono il divertimento (montagna, sole e neve fresca), a volte assumono un aspetto più arcinio, come per la bufera di vento, nevischio e nebbia che ha accompagnato nella tradizionale uscita del sabato sulle pendici della Punta Leyssè (quota 2780 m) di una settantina di iscritti al raduno. Dopo il primo step ad una baita, la “furia” degli elementi ha convinto la maggior parte a tornare indietro e a sfruttare il relax che l'Hotel Notre Maison offriva per manifestazione.

Infatti l'organizzazione dell'evento, a cura di Stefano Fontanelle, anche nel ruolo di Presidente dello Sci Club Vetan, di Jonny, proprietario del Notre Maison, di Domingo, che con il suo gatto nelle nevi è altrettanto fondamentale nella tracciatura e nel supporto, con i tanti volontari che ci hanno accompagnato e tracciato il percorso gara, non si è persa d'animo ed il programma è andato avanti con la sezione dedicata alla sicurezza. Di questo si è occupato Ettore Personettaz, storico rider e Istruttore Nazionale di snowboard valdostano. L'aperitivo pre-cena è diventato il momento dedicato alla presentazione dei materiali per lo snowboard-alpinismo, con le ultime novità, quasi meglio che andare all'ISPO di Monaco che si tiene proprio in questi giorni.

Confronto e scambio tra le diverse filosofie sono un importante momento di crescita per tutto lo Snowboard-Alpinismo, che se un tempo veniva catalogato come “Backcountry” ossia racchette e snowboard, negli ultimi anni ha assunto una fisionomia ben più variegata con l'uso di diverse attrezzature per la salita, dalle Split-Board agli sci corti, e di scarponi, dai soft specifici agli scarponi da scialpinismo che ben si adattano allo Snow-Alp. Quindi Luca e Roberto hanno presentato gli scarponi Live Backcontry, Massimo Ferro “Bubba” l'ultima Split della K2, con piastra leggera e velocissima da montare e lo scarpone step-in dedicato; Pietro, responsabile del sito splitboard.it, le ultime evoluzioni delle Split Voilè e Jeremy Jones. E per finire la serata dopo cena, la solita mega festa a Moulin.

Domenica la giornata dell'agonismo, con 71 snowboarder-alpinisti che hanno partecipato alla gara che inaugurava il circuito di Coppa Italia 2013, patrocinato dalla FSI (Federazione Snowboard Italia). Finalmente s'è rivisto il sole, e almeno in partenza il vento è stato meno intenso che nei due giorni precedenti, consentendo di tracciare all'ultimo momento una gara con 800 metri di dislivello, fino al cosidetto “pietrone” a quota 2550 metri, con partenza e arrivo all'Hotel Notre Maison. Il vento nel corso della gara si è via via rinforzato, provocando non pochi disagi a chi porta lo snowboard nello zaino, ma alla fine tutto è andato per il meglio.

La vicenda agonistica ha visto la partenza a razzo dei rider bergamaschi del Team Baz di Lizzola, che con Sergio Vanoncini hanno condotto la prima metà di gara. In seguito Giancarlo Costa dello Sci Club Vetan ha preso la testa della gara e non l'ha più mollata fino alla cima consolidando il vantaggio anche nella discesa.

Quindi vittoria maschile per Giancarlo Costa in 1h04'56”, 2° Sergio Vanoncini in 1h06'32”, 3° Giordano De Vecchi in 1h12'44”, 4° Giorgio Gontero in 1h14'12”, 5° Igor Antonelli in 1h14'37”, 6° Marco Filisetti in 1h15'37” (1° con le racchette da neve in salita), 7° Nicola Paris in 1h17'08”, 8° Claudio Antoniazzi in 1h19'38”, 9° Roberto Sanna in 1h21'04” e 10° Davide Silvestri in 1h22'24”.

Si conferma ancora una una volta sul gradino più alto del podio femminile di Vetan, Jenny Ferrod dello Sci Club Vetan in 1h31'59”, con Daniela Scrufari seconda in 2h03'06” e Alice Bensi terza in 2h05'51”, damigelle d'onore. Quindi seguono Heidi Iuliano quarta in 2h06'30”, Sara Jacchia quinta in 2h18'31” (prima split-board), Elisa Forneris sesta in 2h22'00”, Maria Luisa Miotti settima, Laura Obert ottava e Marisa Bonfissuto nona.

I prossimi appuntamenti della Coppa Italia di Snowboard-Alpinismo 2013 saranno a Filettino (FR) il 24 febbraio, Prali (TO) il 10 marzo, San Martino d'Ocre (AQ) il 24 marzo che sarà anche Campionato Italiano Assoluto e Lizzola (BG) il 7 aprile.

In allegato le foto del Vetan Classic 2013 e la classifica generale.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti