Roland Fischnalle fa’ poker a Cortina, Ester Ledecka prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

Roland Fischnaller vincitore Snowboard Parallelo Cortina
Roland Fischnaller vincitore Snowboard Parallelo Cortina

Erano i due attesi fenomeni dello Snowboard Parallelo di Cortina e non hanno tradito le attese, le due leggende dello snowboard alpino: la Campionessa Olimpica sia di Snowboard che di SuperG con gli Sci, la Ceca Ester Ledecka e il nostro unico e inimitabile “Capitan Fisch”, Roland Fischnaller.

Ma la vera stella del pomeriggio di Cortina è stata l’Italia dello Snowboard Parallelo (in questo caso PGS Gigante Parallelo), un vero squadrone degno della “Valanga Azzurra” dello sci metà anni ‘70.
Li erano Gustavo Thoeni e Mario Cotelli, il campione e il direttore tecnico, qui sono Roland Fischnaller e Cesare Pisoni, il campione e il direttore tecnico. Non si sa se essere più impressionati dai 40 anni di Fischnaller o dai 5 azzurri nei primi 6. Segno di una squadra composta da talento, tecnica ed esperienza: un mix esplosivo dello snowboard italiano.

Dopo aver ottenuto i primi 3 tempi in qualifica, con Fischnaller il “pole position”, alle 17 di oggi pomeriggio sotto i riflettori della pista Tondi di Faloria a Cortina d'Ampezzo e in diretta TV su RaiSport, è iniziato lo spettacolo. Nemmeno gli austriaci sono riusciti a fermare Fischnaller, che nei quarti ha eliminato l’altro veterano Andreas Prommegger e in semifinale Benjamin Karl. Sull’altro lato del tabellone avanzava verso la finale Aaron March, che invece superava Coratti prima e Felicetti in semifinale, per ripetere la finale di 10 anni fa’ a Limone Piemonte, alla quale chi vi scrive aveva assistito “live”, e che era stato il primo grande successo in Coppa del Mondo di Roland Fischnaller.
La finale di Cortina è andata come quella di 10 anni fa’ a Limone, con Fischnaller a vincere su Aaron March; sono passati gli anni ma i veterani azzurri sono sempre sulla “lamina”, ma dietro di loro c’è uno squadrone, con Mirko Felicetti che arriva quarto, arrendendosi ad un altro fuoriclasse senza età, l’austriaco Benjamin Karl. Edwin Coratti quinto e Daniele Bagozza sesto completano il trionfo azzurro.
"Ho rischiato tanto in semifinale ma sono riuscito a venirne fuori - ha commentato alla fine Fischnaller -, sono contento perchè questa pista mi regala sempre delle grandi soddisfazioni ed è un modo perfetto per iniziare la stagione, regala grande fiducia a me e a tutti i miei compagni".

Nella gara femminile la ceca Ester Ledecka, Campionessa Olimpica sia di Parallelo in Snowboard e SuperG in sci, ha distrutto la concorrenza, dopo aver ottenuto il miglior tempo in qualifica e via via eliminato le altre favorite. In finale supera la tedesca Selina Joerg, mentre nella small final sono impegnate altre 2 tedesche, con Ramona Hofmeister terza e Cheyene Loch quarta.
Due le azzurre in gara, che hanno superato le qualifiche, Lucia Dalmasso 13ma e Nadya Ochner 15ma.

Ora i riflettori della Coppa del Mondo di snowboard si spostano a Carezza dove è fissato per giovedì 17 dicembre a Carezza, con un altro gigante.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti