Itinerari Sci e Snowboard Alpinismo - Monte Gregorio (1953 m.) - Brosso (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura-Monte-Gregorio visto da Brosso
Apertura-Monte-Gregorio visto da Brosso

INIZIO ESCURSIONE: Brosso, cave di diorite (850 metri circa)

ACCESSO: Per arrivare a Brosso da Torino, prendere l'autostrada Torino-Aosta, uscire a Ivrea, proseguire seguendo le indicazioni per la Valchiusella, quindi Alice Superiore e poi Brosso. Dal centro di Brosso proseguire seguendo le indicazioni per Cavalleria e Monte Gregorio. Poi prendere il bivio per le cave di diorite, qui parcheggiare ed iniziare a salire.

DISLIVELLO: 1100 metri circa

DIFFICOLTA: MSA (Medi sciatori e snowboarder alpinisti)

TEMPO: circa 2 ore per la salita

PERIODO CONSIGLIATO da Dicembre a Febbraio

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo o racchette da neve

CARTOGRAFIA: IGC 1:50000 Il Canavese

DESCRIZIONE ITINERARIO

Parcheggiare in corrispondenza delle cave di diorite di Brosso, perché è l'ultimo spiazzo utile per riuscire a far manovra facilmente, quindi iniziare a salire a bordo della strada, poi prendere i prati innevati tra le ultime case. Quindi entrare nel bosco, cercare di guadagnar terreno tra le piante. Una volta superata la zona boschiva, il pendio si apre e diventa ripido. Proseguire fino alla spalla in corrispondenza del Monte Betogne. Quindi girare decisamente verso destra, proseguire seguendo la spalla e poi la cresta finale fino alla vetta del Monte Gregorio.

In discesa, seguire l'itinerario di salita al contrario, oppure, se la neve è sicura e consolidata, provare la discesa per i canali sotto la punta, dopo un'attenta osservazione dal basso della discesa stessa, per individuare i passaggi tra le rocce.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti