Grivola da Cogne

Di GIANCARLO COSTA ,

La parete sud est della Grivola (foto Personnettaz)
La parete sud est della Grivola (foto Personnettaz)

Di Ettore Personnettaz

Leggerezza come i versi con i quali il poeta Giosuè Carducci la descriveva: “l’ardua Grivola bella”.

Leggerezza come la sensazione provata là dalla cima che sfiora i 4.000 metri ma che ti proietta molto più in alto con i pensieri, le sensazioni, le emozioni.

Leggerezza dell’uomo così piccolo di fronte all’imponenza di una montagna che ti incute il giusto timore e rispetto.

Ho aspettato diversi anni per poter conquistare e “surfare” integralmente una delle montagne più belle ed affascinanti della Valle d’Aosta e delle Alpi, lungo la sua parete Sud-Est, la Grivola 3.969 metri.

L’ho fatto grazie ad un amico e collega freerider, Shanty, con il quale abbiamo condiviso questa splendida esperienza e non solo (vista la nostra presenza nell’Italian Team Mammut).

L’attesa, l’allenamento e il sacrificio fisico e mentale sono stati premiati dalla giornata perfetta, martedì 17 maggio 2016.

Nulla è stato lasciato al caso.

Per raggiungere la Grivola in due giorni abbiamo percorso più di 2800 metri di dislivello in salita (a piedi, splitboard, skialp) per poi sviluppare una discesa con snowboard e sci di oltre 2000 metri.

Nella prima parte della parete Sud-Est sui 45°/50° di pendenza, particolarmente esposta sulle barre di rocce, c’erano 30 centimetri di neve fresca che ci hanno accompagnato verso il canale principale il cui passaggio finale, non banale, aveva neve sufficiente per poter uscire sul conoide.

Abbiamo avuto la possibilità di disegnare una linea continua, senza interruzione, come piace a me.

Adesso ogni volta che guardo questa montagna, la sento più familiare, ma preferisco mantenere la giusta distanza perché…la rispetto.

La leggerezza dello spirito mi permette di mantenere quel lucido approccio nel vivere ed amare la montagna.

Poudzo!

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO

16 maggio

Partenza- Crétaz - Cogne 1.494m (si cammina sino al casotto del PNGP quota circa 2300m)

Salita in direzione della Punta Rossa - 3.400m

Arrivo al Bivacco Gratton - 3.198m

D+ 1906m

D- 202m

17 maggio

Partenza - Bivacco Gratton 3.198m

Discesa attrezzata con catene sul ghiacciaio del Trajo 3.125m

Grivola - 3.969m

Discesa snow/ski- 3.100m

Salita al Bivacco Gratton 3.198m

Discesa snow/ski sino a 2.050m e a piedi sino a Crétaz 1.494m

D+ 917m

D- 2.521m

La descrizione completa dell'itinerario della Grivola sul blog di Ettore Personnettaz.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti