Ester Ledecka nella storia delle Olimpiadi, oro maschile per Galmarini, Fischnaller settimo e Coratti ottavo

Di GIANCARLO COSTA ,

Ester Ledecka oro olimpico nel PGS e nel SuperG (foto fis snowboard)
Ester Ledecka oro olimpico nel PGS e nel SuperG (foto fis snowboard)

Iniziamo con le donne e non solo per cavalleria. Ester Ledecka è entrata nella storia dello sport mondiale, vincere due medaglie d’oro in due sport diversi nella stessa Olimpiade è fantascienza, nessuno l’ha mai fatto prima. Come se Peter Sagan alle Olimpiadi di Rio avesse vinto sia in mountain bike, come ha provato a fare, e poi con il suo sport principale, il ciclismo su strada. E questa cosa è riuscita alla campionessa ceca di snowboard e anche di sci. Dopo aver vinto l’oro nel SuperGigante con gli sci, ha affrontato oggi il PSG, Gigante Parallo con lo snowboard, dove è campionessa mondiale in carica e leader di Coppa del Mondo, vincendo anche qui l’oro alla grande: giù il cappello di fronte a un talento più unico che raro di snowboard e sci. Argento alla tedesca Selina Joerg, bronzo all'altra tedesca Ramona Hofmeister. Eliminata nelle qualificazioni Nadya Ochner, unica italiana presente e alla fine diciottesima.

Nella gara maschile tante attese per la nostra formidabile squadra di parallelo. Purtroppo nei quarti di finale il nostro “capitano” Roland Fischnaller, s’è scontrato con lo svizzero Nevin Galmarini, con la vittoria dello svizzero per soli 6 centesimi. Con il senno di poi, chissà se passando al suo posto non avrebbe preso l’oro al suo posto, anziche il 7° posto, una medaglia che avrebbe suggellato una carriera fantastica, che comunque merita solo applausi per quel che ha fatto per lo snowboard italiano.
Lo svizzero Galmarini ha conquistato il titolo olimpico battendo nella big final il sorprendente coreano Sangho Lee, che ha sfruttato appieno il fattore casalingo, fino a giungere ad un passo dal compiere una clamorosa sorpresa. Medaglia di bronzo allo sloveno Zan Kosir, che ha superato nella finale il francese Sylvain Dufour, che a sua volta aveva eliminato l’azzurro Edwin Coratti, alla fine 8°. Fuori nelle qualificazioni Aaron March 23° e Mirko Felicetti 29°.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti