Aiguille Blanche du Peuterey, 2a ripetizione della Parete che non c'è: discesa realizzata da Davide Capozzi e Julien Herry in snowboard, Francesco Civra e Luca Rolli in sci.

Di GIANCARLO COSTA ,

Aiguille Blanche du Peuterey 2a ripetizione della Parete che non c'è
Aiguille Blanche du Peuterey 2a ripetizione della Parete che non c'è

Giù il cappello di fronte a questa discesa. 29 anni dopo la storica discesa di Stefano De Benedetti, da lui realizzata in sci nel giugno del 1984, dell'Aiguille Blanche du Peuterey nel massiccio del Monte Bianco, il 23 aprile scorso in 4 sono riusciti a ripetere quell'impresa. Davide Capozzi e il francese Julien Herry in snowboard, Francesco Civra and Luca Rolli in sci, sono riusciti a salire e scendere “La parete che non c'è”, come viene definita la parete est dell'Aiguille Blanche du Peuterey. Sono partiti dal Rifugio Torino nella notte, hanno attraversato il ghiacciaio della Brenva e sono arrivati in vetta dopo 9 ore di salita, con traversi esposti e una pendenza media di 50°, per 1300 metri di dislivello.

Ecco il video dell'impresa, realizzato da Andrea Gallo e Luca Rolli.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti