Trofeo Scialpinistico Schiaffino più forte del maltempo – Lagdei (PR)

Di GIANCARLO COSTA ,

Bufera sulla partenza del Trofeo Schiaffino (foto organizzazione)
Bufera sulla partenza del Trofeo Schiaffino (foto organizzazione)

Il cattivo tempo non ha fermato la 36^ edizione del Trofeo Schiaffino. Nonostante la pioggia e la scarsa visibilità, sono stati numerosi gli scialpinisti provenienti dall’Emilia Romagna, dalla Toscana e dal Piemonte che anche quest’anno hanno preso parte domenica 16 febbraio al Trofeo Schiaffino, la gara a coppie di scialpinismo dell'Alta Val Parma, in località Lagdei- Lago Santo. Come l’anno scorso la competizione era inserita all’interno della Coppa dell’Appennino, il circuito di gare di scialpinismo che da gennaio a marzo tocca alcuni dei luoghi più suggestivi del parco Nazionale Tosco-Emiliano (www.coppadellappenino.it).

25 le coppie al via alla gara principale, 14 quelle che invece hanno partecipato al primo Trofeo Schiaffino Family, riservato alle famiglie, un percorso competitivo da percorrere genitori figli, di scialpinismo e escursionismo con le ciaspole.

Come tradizione il Trofeo ha preso il via con una prova Artva in campo aperto, in cui le coppie iscritte hanno simulato la ricerca di un travolto da valanga, un’operazione che all’interno della manifestazione vuole sottolineare l’importanza della sicurezza nell’andare in montagna e che ha definito, in base ai tempi, gli scaglioni di partenza.

La gara organizzata dalla Scuola di Scialpinismo del CAI di Parma si è quindi svolta lungo un percorso parzialmente modificato a causa del maltempo: il forte vento e la nebbia hanno trattenuto gli organizzatori dallo spingersi su fino al crinale. Partenza da Lagdei, salita ripida nel bosco fino agli Sterpari, dove con piccozza e ramponi si superava il tratto alpinistico attrezzato con corde fisse, risalita fin sotto al Monte Aquilotto e discesa finale al traguardo al Lago Santo;; il tutto per circa 600 metri di dislivello positivo.

Vincitori assoluti di questa 36^ edizione la coppia Fabio Cavallo - Mauro Giraudo con 44’ e 45’’.

Più breve e semplice il percorso per famiglie, circa 300 metri di dislivello, che ha ricalcato quello della gara principale salendo ripido nel bosco fino a raggiungere il sentiero “panoramico” e poi percorrendo quest’ultimo arrivo al traguardo del Lago Santo. Il percorso famiglie è stato particolarmente apprezzato ed ha riscosso un buon successo che sicuramente verrà riproposto nei prossimi anni.

Alla fine della manifestazione, si è svolto il pasta party offerto dal rifugio Mariotti che insieme al servizio caffetteria del mattino offerto dal rifugio Lagdei ed al pacco gara offerto a tutti i partecipanti ha reso particolarmente ricca e piacevole la gara. Nel pomeriggio si sono svolte le premiazioni di entrambe le gare e si è concluso con la tradizionale lotteria che ha regalato numerosi premi ai partecipanti.

La preparazione della gara e l’assistenza è stata garantita da 30 volontari della sezione del CAI di Parma e la sicurezza è stata garantita da 20 persone del Soccorso Alpino Emilia Romagna, Sezione Monte Orsaro.

Il Trofeo Schiaffino è stato realizzato in collaborazione con SAER- Soccorso Alpino Emilia Romagna, Rifugio Mariotti, Rifugio Lagdei, Associazione Help for Children e con il contributo degli sponsor: LA SPORTIVA, MONTURA, OMNIA, PATAGONIA (agente di zona Curtabbi Carlo), FREESPORT (Parma), FUORI TRACCIA (Fornovo), ALP STATION (Sarzana), SPAZIO VERDE (Parma), PARMASPORT (Parma), Prosciuttificio Ponte Romano (Corniglio, PR), Salumificio S.Nicola, Salumificio Aurora, Caseificio Fabiola (Langhirano, PR), Euro Llojd Assicurazioni di Metti & Co (via Zarotto, Parma).

Il Trofeo “Schiaffino” nasce nel 1979 in un momento di particolare fermento dell’attività alpinistica della sezione del CAI di Parma, da una proposta di Angelo Gerbella e Giovanni Metti.
Si voleva in primo luogo commemorare Robertino, Roberto Schiaffino, scomparso prematuramente nel giugno 1978, e nello stesso tempo cercare di valorizzare il nostro Appennino anche sotto il profilo dello sci alpinismo, attività allora emergente cui si cercava di fornire uno stimolo (nel 1979 inizia infatti l’attività della Scuola di sci alpinismo).

Fonte Organizzazine Trofeo Schiaffino

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti