Terzo posto per Omar Visintin nello snowboardcross di Coppa del mondo disputato ad Arcalis, in Andorra.

Di GIANCARLO COSTA ,

Emanuel Perathoner quinto  nello SBX di Vallnord (foto FIS/Mario Sobrino)
Emanuel Perathoner quinto nello SBX di Vallnord (foto FIS/Mario Sobrino)

Terzo posto per Omar Visintin nello snowboardcross maschile di Coppa del mondo disputato ad Arcalis, in Andorra. Il 24enne altoatesino di Lagundo, già secondo nella gara dello scorso dicembre a Montafon, è salito nuovamente sul podio sulla spettacolare pista andorrana in una finalissima combattuta che ha visto il successo dell'americano Trevor Jacob sul norvegese Stian Sivertzen. Visintin ha lottato fino ai metri conclusivi per il successo, ma può essere soddisfatto di un piazzamento che lo conferma ai massimi vertici della specialità (ora è secondo nella graduatoria di specialità), così come la squadra azzurra mostra i muscoli di fronte al mondo, con quattro atleti qualificati per le semifinali.

Oltre a Visintin, è arrivato alla big final uno sfortunato Emanuel Perathoner, chiuso da Nate Holland quando si trovava in seconda posizione e alla fine quinto, mentre Luca Matteotti (nono) e Tommaso Leoni (dodicesimo) sono arrivati fino alle semifinali. Un bilancio che nessun'altra nazione vanta a questo livello.

Nella gara femminile il successo è andato alla canadese Dominique Maltais che ha preceduto la bulgara Alexandra Jekova e la statunitense Lindsey Jacobellis. Fuori in semifinale le due azzurre. Raffaella Brutto è arrivata undicesima, attimi di apprensione per Michela Moioli, la quale ha spigolato poco dopo la partenza finendo per terra. Una concorrente che la seguiva l'ha colpita in testa con la tavola, facendole perdere i sensi. Immediato l'intervento dello staff sanitario, che ha provveduto a fornire ossigeno alla sfortunata bergamasca, la quale ha ripreso prontamente conoscenza e nel giro di cinque minuti è stata caricata sull'elicottero che l'ha trasportata in ospedale per accertamenti. Le radiografie hano evidenziato un leggero trauma cranico a cui si aggiunge una lussazione alla clavicola sinistra che dovrebbe guarire in venti giorni di stop. Michela passerà la nottata in osservazione presso il nosocomio e domenica verrà dimessa.

Le dichiarazioni degli azzurri

Omar Visntin racconta tutta la sua felicità per il secondo podio della stagione in Coppa del mondo. "E' stata una gara molto combattuta, con una finale ricca di sorpassi e possibilità di rimonta - racconta l'altoatesino -. Ho perduto il secondo posto proprio sul traguardo, ma sono ugualmente contento. Dopo il brutto risultato di Lake Louise che è una pista un po' particolare ci voleva questa iniezione di fiducia, so di essere forte e veloce e di potermela giocare con chiunque. Adesso sono secondo in Coppa del mondo, me la voglio giocare fino in fondo. Dedico il terzo posto a mio fratello Luca (che fa parte del gruppo FuturFisi, ndr), lui capirà perchè".

Emanuel Perathoner ha cullato a lungo il sogno di finire sul podio, poi un contatto sospetto con Nate Holland lo ha estromesso dai giochi. "Mi ha un po' trattenuto ma purtroppo le immagini televisive in nostro possesso non ci aiutano - spiega Emanuel -. Infatti il nostro reclamo è stato respinto ma non mi abbatto. Le gare vanno anche in questo modo, può succedere. L'importante è che mi sia giocato la vittoria fino alle fine".

Cesare Pisoni gongola per il risultato di squadra. "Nessuna altra nazione è riuscita a piazzare quattro rappresentanti in semifinale - dice -. Dopo la parentesi negativa di Lake Louise, siamo tornati su queste nevi che meglio si adattano alla nostra surfata e saranno le stesse di Sochi. Faccio i complimenti a tutta la squadra maschile e anche alle nostre due ragazze, Moioli è stata sfortunata ma devo fare i complimenti all'organizzazione per la prontezza con cui è intervenuta nei minuti successivi alla sua caduta".  

Ordine d'arrivo SBX maschile Arcalis (And):

 1 JACOB Trevor  1993  USA       1000.00

 2 SIVERTZEN Stian  1989  NOR       800.00

 3 VISINTIN Omar  1989  ITA       600.00

 4 HOLLAND Nate  1978  USA       500.00

 5 PERATHONER Emanuel  1986  ITA       450.00

 6 BAUMGARTNER Nick  1981  USA   DSQ    400.00

 7 ROBANSKE Christopher  1989  CAN       360.00

 8 SCHAD Konstantin  1987  GER       320.00

 9 MATTEOTTI Luca  1989  ITA       290.00

 10 DEIBOLD Alex  1986  USA       260.00

 12 LEONI Tommaso  1991  ITA       220.00

 23 GODINO Michele  1992  ITA       80.00

 53 CORDI Fabio  1988  ITA      

 54 SCHIAVON Alberto  1978  ITA   

 65 MENCONI Matteo  1994  ITA       

Ordine d'arrivo SBX femminile Arcalis (And):

1 MALTAIS Dominique  1980  CAN       1000.00

 2 JEKOVA Alexandra  1987  BUL       800.00

 3 JACOBELLIS Lindsey  1985  USA       600.00

 4 FUJIMORI Yuka  1986  JPN       500.00

 5 OLAFSEN Helene  1990  NOR       450.00

 6 CLARK RIBEIRO Isabel  1976  BRA       400.00

 7 SAMKOVA Eva  1993  CZE       360.00

 8 RICKER Maelle  1978  CAN       320.00

 9 HERNANDEZ Jacqueline  1992  USA       290.00

 10 RAMBERGER Maria  1986  AUT       260.00

 11 BRUTTO Raffaella  1988  ITA       240.00

 12 MOIOLI Michela  1995  ITA   DNS    220.00

 37 BELINGHERI Sofia  1995  ITA   1:19.47    19.40

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti