Nella Sprint di Coppa del mondo a Otepaa (Estonia) vittorie per Thomas Northug e Ingvild Oestberg, Federico Pellegrino 13º

Di GIANCARLO COSTA ,

Si difende con onore Federico Pellegrino nella sprint a tecnica classica di Otepaa, sesta gara stagionale di specialità in Coppa del mondo. Il valdostano, reduce dalle due vittorie di Davos e Val Mustair, ha affrontato senza paura la prova con passo alternato, superando le qualificazioni con il nono tempo. Purtroppo la sua avventura si è fermata nei quarti di finale su un tracciato lungo e impegnativo, reso ancor più difficile da una nevicata che si è infittita proprio durante la sua batteria, cambiando radicalmente le condizioni della neve.

Il suo tredicesimo posto conclusivo lo mantiene ampiamente in corsa per il podio nella classifica di specialità, dove è stato superato al terzo posto da Eirik Bransdal (oggi settimo) con 238 punti. Tuttavia i suoi 230 punti gli permettono di guadagnare qualcosa nei confronti di Alexey Pethukov, quattrodicesimo al traguardo, che si issa a 239 punti, mentre in vetta rimane saldamente Finn Krogh, quinto nella finalissima vinta ancora da un Northug, ma stavolta è Tomas e non Petter, assente in Estonia.

Per il fratello "povero" della dinastia si tratta del primo trionfo in carriera davanti alla solita trafila di norvegesi, su tutti Ola Vigen Hattestad che si è piazzato secondo, con il finlandese Toni Ketelae terzo. Out nelle qualificazioni Maicol Rastelli (36simo) e Dietmar Noeckler (53simo).  

In campo femminile la Norvegia ha colmato un curioso vuoto che vedeva la nazione nordica mai vincitrice nelle precedenti sette edizioni. Assenti le big come Marit Bjoergen, Therese Johaug e Heidi Weng, ci ha pensato Ingvild Oestberg a tagliare il traguardo a braccia alzate davanti alla svedese Stina Nilsson, terza Celine Brun-Lie. Fuori nelle qualificazioni Gaia Vuerich (32sima per pochi centesimi), Greta Laurent (34sima) e Lucia Scardoni (41sima). In classifica generale Bjoergen, Johaug e Weng ferme rispettivamente a 1588, 1138 e 1017 punti, Ilaria Debertolis è 42sima con 81 punti.

Domenica 18 gennaio il programma prevede una team sprint in tecnica libera, la squadra azzurra schiererà Noeckler-Pellegrino e Scardoni/Vuerich.

Ordine d'arrivo sprint TC maschile Otepaa (Est):  

 1 NORTHUG Tomas      1990      NOR

 2 HATTESTAD Ola Vigen      1982      NOR

 3 KETELAE Toni      1988      FIN

 4 GOLBERG Paal      1990      NOR

 5 KROGH Finn Haagen      1990      NOR

 6 FOSSLI Sondre Turvoll      1993      NOR

 7 BRANDSDAL Eirik      1986      NOR

 8 BAKKEN Timo Andre      1989      NOR

 9 JOENSSON Emil      1985      SWE

 10 PANZHINSKIY Alexander      1989      RUS

13 PELLEGRINO Federico      1990      ITA

 36 RASTELLI Maicol      1991      ITA

 53 NOECKLER Dietmar      1988      ITA

Ordine d'arrivo sprint TC femminile Otepaa (Est):  

 1 OESTBERG Ingvild Flugstad      1990      NOR

 2 NILSSON Stina      1993      SWE

 3 BRUN-LIE Celine      1988      NOR

 4 FALLA Maiken Caspersen      1990      NOR

 5 SHAPOVALOVA Evgenia      1986      RUS

 32 VUERICH Gaia      1991      ITA

 34 LAURENT Greta      1992      ITA

 41 SCARDONI Lucia      1991      ITA

Fonte fisi.org

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti