La solidarietà dei Mondiali Fiemme 2013 per Fondriest for Children

Di GIANCARLO COSTA ,

Fiemme 2013 dona 77000 euro al Fondriest for Children
Fiemme 2013 dona 77000 euro al Fondriest for Children

Sono passati 25 anni da quell’agosto del 1988 quando Maurizio Fondriest, tra i portacolori italiani ai Campionati del Mondo di ciclismo su strada che si disputavano in Belgio, vinceva una bella medaglia d’oro nella gara in linea. Oggi un’altra vittoria è arrivata per lui e per il prezioso progetto “Fondriest for Children”, legato all’AIL – Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma, grazie a “Fiemme 2013”.

Questa mattina, infatti, si è tenuta al Caffè Pedrocchi di Padova la cerimonia conclusiva dell’iniziativa “Fondriest for Children – Fiemme 2013” durante la quale sono stati presentati i risultati della raccolta fondi organizzata in occasione dei Campionati del Mondo di Sci Nordico Trentino Fiemme 2013.

Per l’occasione erano presenti il Sindaco di Padova, Ivo Rossi, il Presidente di AIL Padova, Armenio Vettore e la ricercatrice dott.ssa Lara Mussolin che ha illustrato il progetto di ricerca a cui sono stati destinati i soldi raccolti.

Il ricavato sarà devoluto alla Clinica Oncoematologica Pediatrica dell’Università di Padova per il progetto di ricerca “Caratterizzazione molecolare e malattia minima di bambini ed adolescenti affetti da linfomi e leucemia a cellule-B arruolati nel protocollo internazionale Inter-B-NHL ritux 2010”. Il centro, in attività da 38 anni, rappresenta uno dei fiori all’occhiello della ricerca italiana ed una delle migliori strutture oncoematologiche del nostro Paese. Grazie ai progetti portati avanti nel corso degli anni, l’80% dei pazienti sono guariti ed hanno potuto realizzare i propri sogni.

Nel celebre locale patavino era presente anche Pietro De Godenz, Presidente di Fiemme 2013, che non ha nascosto la propria emozione per un così importante traguardo raggiunto.

“Si conclude  oggi la grande iniziativa del progetto Fondriest for Children – Fiemme 2013 – ha commentato De Godenz - posso dire che è andata molto bene. Mi sono particolarmente emozionato per il lavoro che è stato svolto e per quello a cui è servito. In un primo momento gli oltre 77.000 Euro che abbiamo raccolto in questi 3 anni mi sembravano granellini vista l’importanza del progetto a cui abbiamo creduto. Ma sentire i racconti e le parole dei diretti interessati mi ha fatto capire come invece si sia trattato di un aiuto assai prezioso.”

Quando il progetto aveva preso vita De Godenz aveva promesso che ce l’avrebbe messa tutta.

“Al momento di proporre l’iniziativa alle associazioni della Val di Fiemme – ha aggiunto De Godenz – mi è stato fatto notare che in un gruppo 4 mamme su 20 avrebbero avuto bisogno del reparto di oncoematologia. Questo mi ha senz’altro dato un’ulteriore spinta.”

Il merito va riconosciuto soprattutto a Maurizio Fondriest e quindi ad un grande numero di enti, associazioni e gruppi che hanno aderito al progetto con le più svariate iniziative, dalla Coldiretti, al Gruppo Catechiste di Tesero, il Comune di Tesero e ancora Orsi da Lago, Arredamenti Depal, Impresa Edile di Volcan Severino e figli, Canal Sas di Canal Diego e C., Hotel Erica, Tetra Engineering, Segheria Varesco F.lli, Volcan Flavio, ITAS Mutua, Misconel Srl.

Sono state infatti organizzate lotterie, sagre, gare di ciclismo e di fondo, per non parlare delle grandi vetrine offerte dal Tour de Ski e dai Campionati del Mondo di Sci Nordico di Fiemme 2013.

“Ai Campionati del Mondo in Val di Fiemme – ha concluso De Godenz – abbiamo battuto all’asta una forma di formaggio realizzata dalla Coldiretti di Trento con 10 diversi tipi di latte provenienti da 10 diverse zone del Trentino, arrivando a raccogliere 3.000 Euro. Ma la solidarietà di tanti cittadini si è manifestata in particolar modo in occasione del concerto di Goran Bregovic tenutosi a Trento, con la raccolta di 34.000 Euro.”

“Sono molto felice di quello che siamo riusciti a fare con il Comitato di Fiemme 2013 – è il commento del campione Maurizio Fondriest – tante piccole realtà hanno contribuito a raggiungere un grande scopo e Fiemme 2013 si è dimostrata fondamentale nel divenire elemento di raccordo per un’intera valle e per le tante manifestazioni fiemmesi che ci hanno aiutati. Si conclude quindi un’altra bella avventura, dopo quanto fatto per i bambini di Haiti e negli ultimi anni con l’AIL. Ora il prossimo obiettivo sarà quello di costruire una piccola pista di bmx a Cles per i bambini o realizzare qualche altro intervento rivolto alla comunità di Cles ed ai suoi bambini.”

Info: www.fiemmeworldcup.com 

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti