Snowboard Slalom Parallelo a Carezza: la rivincita di Benjamin Karl, Fischnaller 9º, March 11º. Al femminile vittoria di Patrizia Kummer, Corinna Boccaccini 7a.

Di GIANCARLO COSTA ,

Roland_Fischnaller_primo_in_qualifica_nel_PSL_di_Carezza (foto FIS/Oliver Kraus).jpg
Roland_Fischnaller_primo_in_qualifica_nel_PSL_di_Carezza (foto FIS/Oliver Kraus).jpg

Giornata storta oggi per gli italiani nello slalom parallelo di Carezza. Roland Fischnaller, che si era qualificato con il miglior tempo, e Aaron March, quarto in mattinata, sono entrambi usciti agli ottavi di finale dello slalom parallelo di Carezza. Dopo la brillante vittoria di ieri nel gigante, Fischnaller ha commesso un errore nella seconda run contro lo svizzero Simon Schoch che poi ha terminato la gara al secondo posto, alle spalle dell'austriaco Benjamin Karl. March è stato battuto dal tedesco Patrick Bussler. Al terzo posto si è classificato l'austriaco Siegfried Grabner.

Alla fine, Fischnaller è nono e March undicesimo. Fisch è secondo nella classifica generale del parallelo, sempre alle spalle di Karl.

Gli altri azzurri si sono così classificati: 26/o Edwin Coratti, 28/o Rudy Galli, 29/o Luca Tresoldi, 34/o Maurizio Bormolini, 37/o Hannes Hofer e 42/o Luca Ponti.

Nella gara femminile la vittoria è andata alla svizzera Patrizia Kummer che ha battuto la tedesca Isabella Laboeck. terza l'altra tedesca Anke Karstens.

Ottima la prova della rientrante azzurra Corinna Boccacini, settima, grazie ad una buona qualifica ma soprattutto grazie al fenomenale recupero compiuto dalla friulana negli ottavi di finale quando è riuscita a rimontare tutto il penalty time (1"39) alla forte russa Ekaterina Tudegesheva. Ai quarti poi è stata sconfitta dall'austriaca Julia Dujmovits, quarta alla conclusione. 16/a l'altra azzurra qualificata per le finali, Nadya Ochner, mentre 17/a è risultata Andrea Tribus, prima delle escluse della mattina, e 30/a Natalie Egger.

Le dichiarazioni degli azzurri al termine dello slalom parallelo.

Roland Fischnaller: "Ho accusato un pochino la stanchezza della gara di ieri e ho commesso un errore che mi è costato la gara. Peccato perché oggi si potevano raggiungere risultati importanti. Mi preparerò al meglio per le prossime gare in Austria e in Svizzera e cercherò di contrastare Karl in ogni competizione. Ora lui sa che posso vincere in gigante e mi teme un po' di più".

Aaron March: "Sono molto dispiaciuto perché ho fatto troppi errori. Mi sentivo bene, ma recuperare un errore è possibile, recuperarne di più diventa difficile. Meglio pensare avanti".

Corinna Boccacini: "Ho faticato parecchio perché soffro ancora al ginocchio operato, comunque per essere solo la terza gara dopo l'operazione mi sento soddisfatta. Ora vedrò di proseguire nel recupero fisico per affrontare al meglio le prossime sfide".

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti