Scialpinistica Pizzo Tre Signori a Premana (LC): a Gloriana Pellissier e Robert Antonioli la gara senior, a Faifer, De Silvestro, Magnini e Compagnoni i tricolori giovanili.

Di GIANCARLO COSTA ,

Gloriana Pellissier (foto sportdimontagna.com)
Gloriana Pellissier (foto sportdimontagna.com)

Numero dell’As Premana settore sci che, nonostante un fortissimo vento e condizioni al limite, ha proposto una 34ª edizione della Scialpinistica Pizzo Tre Signori di livello. Gara muscolare, tecnica e nervosa quella lecchese chiamata quest’oggi ad assegnare i titoli italiani FISI di scialpinismo per le categorie juniores e cadetti. Da non dimenticare che alle prove tricolori era inoltre abbinata una tappa di Coppa Italia “Trofeo Scarpa” dedicata al settore assoluto che ha visto al via molti dei migliori interpreti dello skialp italiano e mondiale.

Quantità e qualità sulle nevi dell’alpe Paglio con 311 iscritti e 305 partenti che è anche il nuovo record della manifestazione. Dopo l’annullamento 2011 per mancanza di neve, la scarsità delle precipitazioni e il forte vento del fine settimana ha nuovamente chiamato ai lavori straordinari gli uomini del comitato organizzatore. Test superato a pieni voti per Angelo Gianola e il suo staff che hanno però raccolto unanimi consensi.

GARA CADETTI & JUNIOR F:

Pronti, via e sulle prime rampe a dettare i tempi al resto della ciurma ci ha pensato il trentino Davide Magnini. Per lui un assolo sui circa 820m di dislivello positivo spalmato su tre salite e due discese con tratti a piedi sia in ascesa che sul tratto di discesa che portava verso l’ultimo cambio d’assetto. Come lui hanno recitato un ruolo da assolute protagoniste la veneta Alba De Silvestro (prima junior) e Giulia Compagnoni (prima cadetta). Sui podi di giornata anche Pietro Canclini (Alta Valtellina) e Gabriele Leonadi (Brenta Team). Restando in categoria cadetti, argento sulle spalle di Giulia Murada (Albosaggia) e bronzo per la veneta Laura Corazza. In classifica juniores, alle spalle di una stratosferica De Silvestro si sono invece piazzate le due portacolori Scav Erica Rodigari e Natalia Mastrota.

GARA JUNIOR M:

Combattuta la seconda prova tricolore di giornata con i migliori atleti sorvegliati a vista dal tecnico azzurro Nicola Invernizzi. Per loro un percorso che in parte ricalcava quello cadetti ma con l’aggiunta di un anello sulla parte finale che li portava ad affrontare 1100m di ascesa (quattro salite, tre discese). Qui il primo a dare fuoco alle polveri è stato il trentino Federico Nicolini che si è portato in scia i valtellinesi Luca Faifer, Michele Pedergnana e i valdostani Nadir Maguet, Stefano Stradelli. Con il passare dei minuti, il bormino Faifer ha però inserito le ridotte e salutato il resto della ciurma. Per lui titolo e successo di giornata davanti a Nicolini e Maguet

PROVE ASSOLUTE MASCHILE & FEMMINILE:

La tappa di Coppa Italia “Trofeo Scarpa” era a Premana prova di contorno, ma è stato un contorno con i fiocchi vista la presenza di star di primissimo piano come Manfred Reichegger, Lorenzo Holzknecht, Robert Antonioli, Denis Trento e Gloriana Pellissier. Sin dalle prime battute si è capito che gli azzurri erano intenzionati a fare gara vera con Holzknecht a fare l’andatura con i due alpini Reichegger, Antonioli sulle code. Più staccati Denis Trento e Matteo Pedergnana hanno comunque dimostrato di esserci. Assolo nella prova in rosa per una Pellissier in grandissimo spolvero che ha ben pensato di fare gara su gli uomini.

Sempre attaccato il terzetto di testa si è sfidato in un serrato testa a testa. A sgranarli non sono bastati 1450m di ascesa (5 salite e 4 discese con 3 tratti a piedi). All’ultimo cambio d’assetto i valtellinesi Lorenzo Holzknecht e Robert Antonioli sono arrivati insieme e usciti appaiati. Spinto dal calore del tifo di casa il più giovane dei due, Robert Antonioli, ha però allungato sulla rampa finale vincendo in 1h22’56”. Argento per un Holzknecht comunque “in botta” – 1h22’59”- e bronzo di giornata per l’intramontabile Reichegger – 1h23’17”-. Seguire troviamo Matteo Pedergnana, Denis Trento, Marco Bulanti, Thomas Martini, Matteo Stacchetti, Matteo Bignotti e Angelo Corlazzoli. Al femminile successo per Gloriana Pellissier in 1h44’27” su Alessandra Cazzanelli – 1h55’05”- e Elisa Compagnoni – 1h57’11”-.

DICHIARAZIONI POST RACE:

Davide Magnini: “Sono partito forte imponendo il mio ritmo alla gara. Sono contento della vittoria e del titolo conquistato”.

Giulia Compagnoni: “Bella gara, bella gara davvero. Tecnica e muscolare come piacciono a me”.

Alba De Silvestro: “Organizzare un evento di questa portata in simili condizioni non era facile. Un plauso agli organizzatori che sono stati davvero bravi. Sono contenta delle sensazioni che avevo, anche in considerazione che tra sette giorni si corrono i mondiali”.

Luca Faifer: “Non era facile visto il livello dei miei avversari, ma c’ho provato e mi è andata bene. La gara? Tecnica e muscolare, mi è piaciuta”.

Robert Antonioli: “Chi crede che le sprint non siano scialpinismo o che non servano dovrà ricredersi visto che oggi ho vinto nella volata finale. Sono contento. Bella gara, nervosa e tecnica come piacciono a me. Con Holzknecht e Reichegger è stata una bella sfida. Loro mi passavano in salita, io recuperavo ai cambi e recuperavo in discesa…. E’ stata dura, ma proprio per questo la soddisfazione è grande”.

Gloriana Pellissier: “A Premana torno sempre volentieri. In qualsiasi condizione qui organizzano bene e ci permettono di correre su tracciati tecnici. Sono contenta. Bella gara… Ora parto convinta e determinata per i mondiali”.

Angelo Gianola Responsabile Comitato Organizzatore: “Quest’anno è stata davvero dura. Dopo le tracciature settimanali questa mattina abbiamo dovuto partire alle 4 per ridisegnare il percorso reso una tabula rasa dalle forti raffiche di vento notturno. I miei ragazzi sono stati dei grandi e ora che è finita non posso che ringraziarli per l’impegno profuso. Volevamo proporre un tricolore giovani all’altezza della situazione e penso proprio che ci siamo riusciti”.

Fonte Maurizio Torri sportdimontagna.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti