Red Bull Innsnowation: scelti i tre snowpark finalisti

Di GIANCARLO COSTA ,

Red Bull Innsnowation
Red Bull Innsnowation

Milano, 17 dicembre 2012 – Dopo una difficile selezione, sono stati nominati i tre progetti finalisti che parteciperanno al Red Bull Innsnowation, il nuovo evento dedicato agli snowpark italiani e alle scene snowboard e freeski nazionali.

14 snowpark hanno risposto all’appello, presentando progetti creativi e futuristici. Per rendere onore alla prima edizione del contest, Red Bull ha convocato una giuria internazionale altamente qualificata per la selezione dei progetti, composta dagli shaper Jeremy Witek (USA, fondatore di GASSparks) e Thomas Marsh (Austria, CEO di Mellow Constructions), oltre che dagli atleti Elias Ambühl (Svizzera, pro skier) e Markus Keller (Svizzera, pro snowboarder).

Al termine di una difficile consulta la giuria ha scelto i progetti dei tre snowpark che nel 2013 metteranno le ali ai rider di tutta Italia. Scopriamoli insieme!

Nella rosa dei tre selezionati si conferma l’abilità tecnica di F-Tech nel suo home resort Val Senales (BZ), col progetto “Jack in the Box”, che il giudice Thomas Marsh definisce così: “Tra i 14 progetti mi è piaciuto il multiobstacle contenente grandi elementi quali kicker, spine, wallride e rail, di grande effetto e grandi proporzioni ma non difficile da mantenere”. Secondo snowpark scelto è quello di Chiesa in Valmalenco (SO) con il progetto della “Palù Park Arena”, una vera e propria arena dove più rider potranno sfidarsi contemporaneamente, come gladiatori incitati dal pubblico su spalti di neve. Terzo progetto selezionato è “Jib in the Pipe” di Monte Bondone Snowpark (TN), che ha avuto l’intuizione di usare il proprio half-pipe suggerendo un uso più street, attraverso l’inserimento di elementi jibbing nel flat della struttura e sui coping.

A coronare il successo del progetto Red Bull Innsnowation anche la partnership con Pisten Bully. L’azienda tedesca metterà a disposizione dei tre snowpark finalisti il suo modello di gatto delle nevi “Pisten Bully 400 Park” durante le settimane di realizzazione della struttura. Pisten Bully offrirà inoltre allo snowpark vincitore l’utilizzo del mezzo per la preparazione del proprio park per la stagione 2013/14.

Ma il Red Bull Innsnowation  non è ovviamente finito qui, e si prepara alla sua seconda fase all’insegna del motto “Design it. Build it. Ride it.”. Se la fase del “Design it” è ormai alle spalle, gli snowpark selezionati sono ora pronti per le successive due fasi.

Build it

I tre snowpark finalisti avranno circa tre mesi di tempo per realizzare la propria struttura. Red Bull supporterà il progetto con un contributo spese in materiali e servizi per un valore di 4.000 euro, in modo da sostenere i park nel trasformare la propria idea in realtà. Lo stato di avanzamento lavori sarà monitorato da  uno staff di esperti, mentre aggiornamenti foto e video saranno periodicamente pubblicati sul sito ufficiale www.redbullinnsnowation.it.

Ride it

I tre snowpark ospiteranno ciascuno una tappa del Red Bull Innsnowation e gareggeranno sulle strutture realizzate con un proprio team, formato da due skier e due snowboarder. Entro la fine di marzo 2013 i tre team si sfideranno in ognuno dei tre park, e al termine verrà eletta la squadra vincitrice, grazie alla somma del punteggio dato dalla propria struttura e dai risultati del proprio team durante i tre eventi. In ogni tappa verrà inoltre premiato il best trick freeski e il best trick snowboard, mentre il team vincitore conquisterà il trofeo del Red Bull Innsnowation e un premio in materiali e servizi per il valore di 10.000 euro.

Per maggiori informazioni consultate www.redbullinnsnowation.it.

Fonte Ufficio Stampa

Marco Sampaoli

marco@snowpark.it

Tel. 0039.340.3285569

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti