Monte Ocre da San Martino d’Ocre – Itinerario Sci e Snowboard Alpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Itinerario Monte Ocre
Apertura Itinerario Monte Ocre

INIZIO ESCURSIONE: San Martino d’Ocre quota 1150 metri
ACCESSO: Per arrivare a San Martino d’Ocre, dall’Aquila in Abruzzo, prendere per Ocre, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo. Arrivati a San Martino d’Ocre, nei pressi del campo sportivo, procedere per circa 1 Km lungo la vecchia nazionale per Rocca di Cambio. In corrispondenza di un fontanile, con vicino una casetta dell’acquedotto, si sale su una strada bianca che porta al Rifugio Malequagliata, recentemente ristrutturato e prossimamente operativo. Pur essendo la strada bianca carrozzabile ai mezzi 4x4, si consiglia di salire a piedi o sulla neve nei mesi invernali, per preservare l’integrità del luogo.
DISLIVELLO: 800 metri dal Rifugio Malequagliata, 1050 metri da San Martino d’Ocre
DIFFICOLTA: BS (Buoni sciatori e snowboarder alpinisti)
PERIODO CONSIGLIATO fine inverno-primavera
ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo, ramponi ed eventualmente piccozza
INFO: Live Your Mountain https://liveyourmountain.com/,
Lo Chalet di Ocre https://lochaletdiocre.liveyourmountain.com/

Descrizione Itinerario Monte Ocre

Il Monte Ocre (Quota 2208 metri) è meno conosciuto, fuori dall’Abruzzo, rispetto al Gran Sasso, alla Majella o al Sirente-Velino, ma non meno interessante dal punto di vista scialpinistico, soprattutto dal versante nord, quello preso in considerazione in questo itinerario.

Arrivati al paese di San Martino d’Ocre, nei pressi del campo sportivo, procedere per circa 1 Km lungo la vecchia nazionale per Rocca di Cambio. In corrispondenza di un fontanile, con vicino una casetta dell’acquedotto, si sale una strada bianca che, con qualche tratto più ripido, conduce al Rifugio Malequagliata (Quota 1400 metri). Dal rifugio iniziare la salita verso la vetta del Monte Ocre. Un diagonale sulla destra, porta al pendio canale “Via Diretta” da salire sci ai piedi fino ad un grosso masso. Da questo punto calzare i ramponi e salire l’evidente pendio, fino all’uscita in cresta, quindi proseguire in cresta fino alla croce di vetta del Monte Ocre (Quota 2208m). Da qui si ammira il panorama sulle montagne d’Abruzzo, dal Gran Sasso, al Camicia, alla Majella, al Sirente-Velino e agli impianti di Campo Felice, oltre alla città dell’Aquila.

Dalla vetta ripercorre a ritroso la cresta, quindi continuare per un breve tratto, fino ad imboccare il pendio di discesa, il canale Malequagliata, con un passaggio stretto e ripido appena sotto l’imbocco, quindi continuare prendendo come riferimento il Rifugio Malequagliata, da raggiungere con un traverso a sinistra nella parte finale.

Il Monte Ocre offre diverse possibilità di salita e discesa, con canali evidenti dalla base, come la Direttissima, il Ventaglio, la Fossetta e la Fossa Grande.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti