Matteo Eydallin e Damiano Lenzi vincono la prima edizione dell´Extreme Badalis. Tra le donne successo per Sabrina Zanon e Nadia Scola.

Di GIANCARLO COSTA ,

Uno spettacolare passaggio dellExtreme Badalis
Uno spettacolare passaggio dellExtreme Badalis

Normalmente i paesi di Segusino e di Valdobbiadene sono conosciuti per il vino, in particolare per il Prosecco, oggi queste due realtà delle Prealpi venete in provincia di Treviso, saranno anche ricordate per la prima edizione dell´Extreme Badalis, gara di scialpinismo a coppie che si è disputata sulle creste tra le Dolomiti e la pianura veneta. Anche se il manto nevoso non era abbondante, lo sci club Valdobbiadene in collaborazione con il Comune di Segusino, la Proloco di Segusino e l'Ana Valdobbiadene, è riuscito a preparare un tracciato impegnativo e tecnico con dei tratti insoliti incastonati tra le rocce.

Il dislivello totale era di 1680 metri con cinque salite da affrontare tra i monti Orsere e Cesen. La lunghezza complessiva della gara era di oltre diciassette chilometri.
Matteo Eydallin, reduce dalle due medaglie d´oro ai Mondiali di scialpinismo a Claut ha corso con l´altro nazionale Damiano Lenzi. Lenzi aveva già preso confidenza con le nevi del Cesen sabato pomeriggio vincendo la Pianezze Mariech. I due azzurri, nella prima parte di gara hanno corso nel gruppo senza pensare di mettersi a tirare un ritmo forsennato.
Nella seconda discesa hanno iniziato a prendere qualche secondo di margine, all´inizio dell´ultima discesa, all´imbocco dello spettacolare canalino, incastrato tra le rocce, i due nazionali avevano un paio di minuti da Cristian Eder e Manfred Dorfmann. In terza posizione il bellunese Ivan Sommacal in coppia con Alessandro Taufer.

Nella gara femminile, Sabrina Zanon e Nadia Scola non hanno avuto problemi ha tenere la testa della gara sin dall´inizio. La Zanon e la Scola hanno tagliato il traguardo con il tempo di 2.38.46. La squadra formata da Monica Sartogo e da Francesca Rossi, vincitrice della Pianezze - Mariech di sabato sono seconde con 3.17.20.
Matteo Eydallin e Damiano Lenzi arrivano al traguardo di Milies con 2.05.36, i due altoatesini Eder, Dorfmann sono secondi con oltre quattro minuti di ritardo. Salgono sul terzo gradino del podio Ivan Sommacal e Alessandro Taufer.
I vincitori sono stati accolti da un appassionato di scialpinismo d'eccezione: Claudio Chiappucci.Chiappucci ha affermato di andare con le pelli di foca, ma le gare sono ancora troppo lontane.

I giovani correvano lungo un percorso più breve, Matteo De Min ha vinto davanti a Tiziano Tabacchi e Andrea Pavanello. De Min dello sci club Dolomiti ski alp ha conquistato il titolo giovanile di campione veneto. Tra le ragazze il titolo è andato a Laura Corazza. In seconda posizione Laura Corazza.
Questa prima edizione, il numero zero, dell´Extreme Badalis va in archivio avendo ricevuto commenti positivi da tutti gli atleti. Davide Geronazzo, coordinatore della manifestazione è soddisfatto dell´andamento della gara. "Siamo molto contenti - ha detto Geronazzo - in questi giorni abbiamo lavorato per preparare un percorso tecnico e divertente, sono sicuro che gli atleti salendo sulle scale di metallo che avevamo posizionato sull´ultima salita, si siano divertiti. Sabato alla Pianezze Mariech abbiamo avuto una giornata bellissima, anche i quattri ragazzi norvegesi iscritti alla gara sono rimasti entusiasti delle nostre montagne. Un pensiero infine va al nostro amico Mario Innocente che da lassù ci ha aiutato a far partire la gara. Sicuramente l´ultima nevicata è stato merito suo".

Classifica maschile
1. Matteo Eydallin, Damiano Lenzi, 2.05.36; 2. Christian Eder, Manfred Dorfamann, 2.10.02; 3. Alessandro Taufer, Ivan Sommacal, 2.14.37.

Classifica femminile
1. Sabrina Zanon, Nadia Scola, 2.38.46; 2. Monica Sartogo, Francesca Rossi, 3.17.20.

Fonte press.areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti