La Traccia Bianca: la decima di Emanuela Brizio, al maschile successo di Alessandro Losa

Di GIORGIO PESENTI ,

Partenza Traccia Bianca 2017 (foto ossolanews)
Partenza Traccia Bianca 2017 (foto ossolanews)

Una magnifica giornata di sole ha esaltato i 800 ciaspolatori presenti nel pianoro all’Alpe Devero a quota 1631 metri, in un territorio montano veramente inalterato situato nelle meravigliose alpi Lepontine; qui fortunatamente le capacità umane di deturpare l’ambiente non hanno fatto casino. La ciaspolata del Devero è stata organizzata dal Cai di Pallanza in un’atmosfera gioiosa e festaiola grazie anche alle numerose persone mascherate. Il percorso per ragioni di sicurezza è stato tagliuzzato e per la sfortuna degli atleti il suggestivo passaggio presso il lago del Devero è stato eliminato.

Nella competizione femminile il galleggiamento di una campionessa del calibro di Emanuela Brizio ha infiammato il tracciato di gara conquistando la decima vittoria consecutiva tra gli applausi del numeroso pubblico presente. L’aquila Manu portabandiera della Valetudo skyrunning Italia Racer, più volte iridata nello skyrunning, non finisce mai di stupire e anche quest’anno non intende fare sconti alle avversarie. Brizio Emanuela domina la Traccia Bianca in 37’15” argento per Cerlini Chiara team Bognanco a 7’14” e bronzo per Dargenio Giorgia a 8’20”.
Botto maschile per Losa Alessandro time 32’38” team Bognanco secondo Gramegna Alberto a 1’12” di ritardo società Caddese e terzo Fantoli Michele a 1’32” Caddese.

Per classifiche: www.latracciabianca.it

Di Giorgio Pesenti

  • Sono nato a Brembilla, nel bergamasco, e ora vivo a Almenno San Salvatore. Dal 2004 sono presidente della Valetudo skyrunning e collaboro con il network OutdoorPassion dal 2011.



Può interessarti