Itinerario Sci & Snowboard Alpinismo – Cima Dormillouse (2908 mt) da Thures (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

14 Dopo il traverso si apre il pendio finale
14 Dopo il traverso si apre il pendio finale

Di Elisa Piano

Località di partenza: Tornante prima di Thures

Dislivello in salita: 1307 mt

Difficoltà: Medio Sciatore/Snowboarder (MS)

Esposizione: NE – NO

Fatta con : Marco, Giancarlo e Mario

Partenza ore 10,00 circa con la navetta che da Bousson ci ha portati al tornante prima di Thures, visto che in questo periodo Natalizio, non si può salire con la macchina dalle 09.00 alle 17.00, anche perché si trova pochissimo parcheggio vicino alla partenza della gita.

La giornata è stupenda, temperatura polare e data l’esposizione, il percorso è prevalentemente in ombra, infatti l’ambiente è stato soprannominato ironicamente da noi: La Pinguinaia…..

La neve era dura e a tratti crostosa nella parte bassa, farinosa e bella nella parte superiore, anche se un po’ “arata” dal passaggio degli ski-alper.

I primi 200 metri circa di dislivello si fanno su una pista da fondo ben battuta, finita la pista si attraversa un pianoro,  si risale un boschetto rado, e finalmente si po’ godere un po’ dei raggi del sole.

Da qui si comincia a risalire il versante sulla destra ben tracciato, tutto all’ombra, infatti improvvisamente tutti hanno accelerato il passo per scaldarsi, fino poi a fare l’ultimo taglio in diagonale che ci ha portati alla vetta, per fortuna assolata, ma la presenza dell’aria gelida ha fatto accelerare la preparazione per la discesa.

I pendii in alto erano ampi, e si riusciva a trovare ancora qualche tratto nevoso intatto da sciare, neve farinosa, bella, da divertirsi.

Tutta la discesa si sviluppa sul tracciato di salita, dopo il boschetto la neve si fa più crostosa e meno sciabile, però di lì a poco si trova la pista da fondo, dove diventa sicuramente facile sciare.

Bella gita fatta in ottima compagnia, consiglio ottimo per chi patisce il freddo: aspettate Febbraio!

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti