International Ski Tour 2012 game over con le vittorie di Christian Biffiger ed Erika Forni ad Alagna Valsesia (VC)

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Finale IST2011-2012.jpg
Podio Finale IST2011-2012.jpg

Di Lorenzo Scandroglio

Sabato sera 3 marzo, la località della Valsesia ai piedi del Monte Rosa è stata all'altezza delle aspettative. Non poteva esserci migliore celebrazione per lo scialpinismo con 160 concorrenti al via, ali di folla sulle strade di Alagna per applaudire la partenza degli scialpinisti, una gara combattuta (specie fra le donne) e la vittoria dei due fuoriclasse che hanno anche conquistato il campionato italo - svizzero, ovvero l'elvetico Christian Biffiger e la valsesiana Erika Forni, sintesi di grazia e di grinta Walser. Il dopo gara ha visto anche la premiazione dello Sci Club vincitore del campionato, risultato ottenuto sommando, tappa dopo tappa, i punti dei primi 4 uomini e della prima donna della squadra. Il titolo a squadre è andato allo Sci Club Antigorio. L'international Ski Tour si conclude così in festa (e che festa!), nella notte, a ritmare un passo diverso rispetto a quello canonico degli "amici per la pelle (di foca)"... E lo Ski Tour cresce ancora: dai 350 partecipanti diversi dell'edizione 2010-2011, ai 377 dell'edizione 2011-2012. L'Associazione Linea Verticale, organizzatrice della manifestazione, guarda già avanti, oltre la stagione della neve, quando è in cantiere il circuito gemello di corsa in montagna.

Quella di sabato sera ad Alagna Valsesia (Provincia di Vercelli, Italia) è stato, innanzitutto, un grandissimo successo per tutto il movimento scialpinistico delle valli e delle montagne che, direttamente o indirettamente, gravitano attorno al Monte Rosa italiano e svizzero. Ma veniamo alla cronaca. La tappa di Alagna, decima dell'International Ski Tour 2011-2012, ha registrato 158 scialpinisti al via di cui 130 uomini e 18 donne hanno tagliato il traguardo (10 i ritiri). Azzeccata la scelta da parte degli organizzatori, coordinati da un Manuel Gambarini impeccabile, di allungare le fasi di gara nelle vie del centro della località alpina, con ali di folla che hanno accompagnato la corsa a piedi dei concorrenti per i primi 400 metri di percorso. Poi sci ai piedi e su, su per 900 metri di dislivello fino ad arrivare al traguardo di Pianalunga, itinerario tutto in pista nel comprensorio del Monterosa Ski. Fra gli uomini l'elvetico Biffiger, portato poi in trionfo, è stato superlativo, conquistando la sesta vittoria su 10 tappe dell'IST 2011-2012. Il rossocrociato ha tagliato il traguardo in 40':58". Dietro di lui, staccato di oltre un minuto, il valsesiano Claudio Civerolo (42':04" il suo tempo). Terzo, sempre più in forma, il forestale abruzzese Andrea Corsi (42':21"). Subito dietro, quarto, l'ottimo Davide Garlaschini e, solo quinto, l'ossolano Erwin Deini.

Fra le donne emozioni a non finire con Erika Forni che doveva vincere, e così è stato, per portare a casa per la seconda volta l'International Ski Tour. Si sapeva che i giochi sarebbero stati una questione tutta alagnese, con la quarantanovenne intramontabile campionessa Gisella Bendotti (già vincitrice di due Trofei Mezzalama e iridata di Coppa del Mondo di corsa in montagna) a vendere cara la pelle. Non a caso per metà gara è stata lei a condurre i giochi con una Forni in rimonta che, dopo aver subito un distacco nella prima parte del percorso, ha riguadagnato metro su metro il terreno perso portandosi sulle code della Bendotti per poi superarla all'altezza dei due terzi di gara su un piano che chiedeva una perfetta falcata da fondista. A questo punto le due hanno tenuto un ritmo indiavolato e sincronizzato, con la Forni davanti e la Bendotti incollata. Sui 200 metri finali la Bendotti ha tentato l'affondo ma non c'è stato nulla da fare con Erika Forni che tagliava il traguardo trionfante e sfinita in 52':31" con un solo secondo di vantaggio sull'amica e rivale.

Classifica generale individuale e a squadre

In classifica generale il podio maschile dell'International Ski Tour, premiato dal main sponsor Jolly Sport rappresentato da Simone Novarese, vede l'elvetico Christian Biffiger 1^, l'ossolano Erwin Deini 2^ e il cusiano (originario di Vigevano) Davide Garlaschini 3^. Fra le donne la valsesiana Erika Forni 1^, l'antigoriana Giada Caramello 2^ e la bognanchese Greta Mancini 3^.

Al suo primo anno anche la classifica a squadre che vede trionfare lo Sci Club Antigorio con 10.986 punti sullo Sci Club Bognanco con 10.336 punti. Terza squadra lo Ski Team Andromia con 10.314 punti che paga l'assenza in squadra di una donna. Più staccati il team di Jolly Sport, quarto, e il G. S. Alpiini di Intra, quinto.

Premi fedeltà

Sono 45 i concorrenti (42 uomini e 3 donne) che hanno meritato il premio fedeltà consistente in un sacco a pelo della CAMP offerto dall'Associazione Linea Verticale, un salume offerto da Ossola Carni s.r.l., un buono ingresso alle Terme di Premia. Hanno ottenuto il premio coloro che hanno partecipato ad almeno 7 tappe su 10. Nove scialpinisti meritano di essere nominati per aver partecipato a tutte e 10 le tappe di IST 2011-2012: si tratta di Marco Tosi, Erwin Deini, Federico Sanna, Alberto Balzani, Davide Ciocca, Fabio Cappelletti, Massimo Regazzoni, Stefano Bertinotti, Carlo Ferraris.

I sostenitori di International Ski Tour

Il successo della manifestazione, anche in un anno di crisi economica e di scarso innevamento, ha fatto sì che i sostenitori di IST siano aumentati. Credono nel progetto e lo sostengono il negozio Jolly Sport di Premosello Chiovenda (Provincia del VCO), Mosoni Sport, Omnia Sport, Ossola Carni s.r.l., Premia Terme, Tris Rotondo, Briga Turismo, Distretto dei Laghi.

International Ski Tour cresce ancora

Lo Ski Tour intanto incassa l'ennesimo risultato positivo di questi ultimi 6 anni, da quando non ha mai smesso di crescere: con i 377 partecipanti diversi nelle 10 tappe disputate nella stagione 2011-2012, rispetto ai 350 della scorsa edizione, IST si pone al primo posto su tutto l'arco alpino per il ritmo di crescita degli ultimi anni.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti