Inizia La Grande Course con l’Altitoy Ternua sui Pirenei del 7 e 8 marzo

Di GIANCARLO COSTA ,

Altitoy Ternua (foto Torri)
Altitoy Ternua (foto Torri)

Marzo è tradizionalmente tempo di grandi classiche, è tempo di La Grande Course. Il circuito poi proseguirà ad aprile decretando i vincitori della 4ª edizione. Questo mese la stagione scialpinistica entra nel vivo con due gare a tappe di sicuro appeal: Altitoy Ternua e Millet Tour du Rutor Extrême. Entrambe presentate ai media questa settimana, vedranno ai nastri di partenza il gotha della specialità e il popolo dello skialp.

NUMERI & LIVELLO ALL’ALTITOY
Partiamo dalla kermesse Pirenaica, definita “Pirramenta” perché, in sole due tappe, condensa la tecnicità e la brutale durezza della Pierra. In programma nel weekend del 7/8 marzo, vedrà come super favoriti dei pronostici gli alpini del Cs Esercito Robert Antonioli – Davide Magnini. Estro e fantasia in discesa, abbinate a razionalità e ritmo in salita; una coppia tutta da scoprire. Ottime chance di fare bene le ha pure il vincitore 2018 Jakob Herrmann che, per l’occasione, sarà al via con un atleta da “long distance” come William Boffelli. Attenzione anche alla coppia spagnola composta da Marc Pinsac – Oriol Cardona e agli italiani Nadir Maguet – Henry Aymonod. Al femminile, riflettori puntati sul team Marta Garcia – Elena Nicolini che, dovranno vedersela con la basca Naia Quincoces al via con la madrilena Ana Alonso.

INCOGNITA METEO
Le iscrizioni della 12ª Altitoy hanno chiuso a quota 570. Sui vari percorsi previsti dal comitato organizzatore basco gareggeranno quindi oltre 1000 concorrenti. Ad attenderli due tappe tecnicissime disegnate intorno al Pic du Midi e all’Ardiden. Unica incognita il meteo che, per la settimana, prevede la caduta di molta neve. Una cosa è certa, gli oltre 200 volontari saranno chiamati ai lavori straordinari.

A MARZO ANCHE UN TOUR DU RUTOR EPICO
Archiviata l’Altitoy, spazio al Millet Tour du Rutor Extrême con una 4 giorni estrema che esordirà sui pendii de La Thuile. Un tuffo nel passato, per guardare al futuro di una competizione sempre proiettata verso l’eccellenza. In questo caso le date da segnare in rosso sul calendario vanno dal 26 al 29 marzo.

NEL MESE DI APRILE ALTRI DUE APPUNTAMENTI DI LIVELLO
Non dimentichiamo che, anche il mese d’aprile, sarà caratterizzato da due top event: il recupero dell’Adamello Ski Raid e la finale alla Patrouille des Glaciers. Sabato 18 aprile punti preziosi ai fini della classifica verranno assegnati sulle montagne di confine tra Lombardia e Trentino. Mentre la finalissima si correrà nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio e assegnerà inoltre il LGC World Championship 2020.

Sponsor di queste grandi classiche sono Buff & Comina, due brand di prestigio per eventi di prestigio.

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti