Il CIO propone l’inserimento dello scialpinismo nel programma olimpico dei Giochi Invernali

Di GIANCARLO COSTA ,

Coppa del mondo scialpinismo 2021 a Madonna di Campiglio (foto Pegasomedia)
Coppa del mondo scialpinismo 2021 a Madonna di Campiglio (foto Pegasomedia)

L’Esecutivo del CIO ha ufficialmente proposto l’inserimento dello scialpinismo nel programma delle Olimpiadi Invernali. Ora la proposta dovrà avere l’approvazione del Congresso, che discuterà e voterà a Tokyo il 20-21 luglio, per dare avvio all’ingresso della nuova disciplina a partire da Milano-Cortina 2026.
I nuovi titoli sarebbero cinque: due maschili, due femminili (sprint e individuale) e uno misto (staffetta). Le gare prevederebbero il coinvolgimento di 48 atleti (di cui 24 uomini e 24 donne) che saranno ricompresi nel tetto limite dei 2900 atleti per tutte le discipline.
In Italia, la disciplina è gestita dalla FISI, mentre a livello internazionale è di pertinenza dell’Ismf, ed è in grande crescita di consensi e di appassionati sulle Alpi. Lo scialpinismo era già rientrato nel programma dei Giochi Olimpici Invernali della Gioventù (YOG) di Losanna 2020.

A Roma, la Giunta Coni, ha nel frattempo stabilito che il Presidente della FISI, Flavio Roda, seguirà i lavori dello stesso organismo, in virtù del ruolo ricoperto, e in vista dei Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026. “La proposta dell’Esecutivo del Cio sullo scialpinismo è una buona notizia per l’Italia – ha commentato il Presidente Roda -, sia perché si tratta di una disciplina in grande crescita di appassionati nel nostro Paese, pienamente eco-sostenibile per l’ambiente montano, sia perché l’Italia può contare su una delle squadre più titolate al mondo. Ora, attendiamo il voto del Congresso”.

Fonte Fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti