La Francia sul tetto d’Europa a Pelvoux: William Bon Mardion e Laetitia Roux vincono l’oro, Robert Antonioli oro ed Elisa Compagnoni argento Espoir salvano l’onore azzurro

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio_Espoir_Maschile_con_l'Oro_di_Robert_Antonioli.jpg (foto ffme.fr)
Podio_Espoir_Maschile_con_l'Oro_di_Robert_Antonioli.jpg (foto ffme.fr)

Ai Campionati Europei di Pelvoux questa mattina si sono assegnare le medaglie per le categorie Senior ed Espoir nella specialità Individual Race. Il tracciato di gara contava tre salite per gli uomini, e tre per le donne anche se la terza per il gentil sesso era più breve.
Il dislivello complessivo positivo era di 1450 metri per gli uomini e di 150 metri in meno per le donne.

Alla partenza Kilian Jornet Burgada ha iniziato a forzare il ritmo guadagnando la prima posizione alle sue spalle il francese William Bon Mardion e gli italiani Manfred Reichegger e Matteo Eydallin. Sino al termine dell’ultima salita Kilian era ancora in testa, ma una volta iniziata la discesa verso lo striscione d’arrivo il francese Bon Mardion ha lasciato i freni ed è andato a mettersi al collo la medaglia d’oro. Il tempo di Bon Mardion è di 1.08.00 mentre Kilian arriva con trentanove secondi di ritardo. Dopo un soffio per la medaglia di bronzo taglia il traguardo Martin Anthamatten che ha sorpassato Manfred Reichegger nell’ultima discesa. Matteo Eydallin, che combatteva per salire sul podio ha avuto problemi con i materiali, eliminandosi dalla lotta per il podio.
Nella speciale classifica Espoir c’è da segnalare la medaglia d’oro dell’italiano Robert Antonioli. In seconda posizione il francese Matheo Jacquemoud, terzo lo spagnolo Marc Pinsach Rubiola.

Tra le donne la vittoria va, senza troppo stupore alla favoritissima francese Laetitia Roux. La Roux ha condotto la gara dall’inizio alla fine lasciando alle inseguitrici la battaglia per la medaglia d’argento. Anche in questo caso Mireia Mirò Varela ha tenuto alto il ritmo mettendo al sicuro il secondo gradino del podio. La svizzera Severine Pont Combe è terza. Il tempo della vincitrice è 1.19.14.
Nella categoria Espoir donne, la medaglia d’oro va al collo della polacca Anna Figura, medaglia d’argento è l’italiana Elisa Compagnoni mentre terza è la svizzera Mireille Richard.

Domani a Pelvoux si correrà la Vertical Race.

Senior F

1. Laetitia Roux (FRA), 1.19.14; 
2. Mireia Mirò Varela (ESP), 1.22.24; 
3. Severine Pont Combe (SUI), 1.27.05.

Senior M

1. William Bon Mardion (FRA), 1.08.00;
 2. Kilian Jornet Burgada (ESP), 1.08.39;
 3. Martin Anthamatten (SUI), 1.08.45.

Espoir F

1. Anna Figura (POL), 1.34.38;
2. Elisa Compagnoni (ITA), 1.36.04;
3. Mireille Richard (SUI), 1.36.06.

Espoir M

1. Robert Antonioli (ITA), 1.09.50; 
2. Matheo Jacquemoud (FRA), 1.09.57; 
3. Marc Pinsach Rubiola (ESP), 1.11.46.

Fonte ismf-ski.org

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti