Domenica 27 marzo ritorna la Tre Rifugi, gara storica che assegnerà i titoli italiani Top Class di scialpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Seletto e Sbalbi vincitori nel 2010 della Top Class (foto Brondino)
Seletto e Sbalbi vincitori nel 2010 della Top Class (foto Brondino)

Sono 59 le edizioni della storica gara di scialpinismo “Tre Rifugi”, nelle vallate del Monregalese Valli Pesio, Ellero e Maudagna, con partenza a Pian delle Gorre, nel Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro ed arrivo alla Baita Barmass località Borrello a quota 1400 metri. La gara sarà prova unica di Campionato Italiano Top Class e sesta tappa del circuito di Coppa Italia, in tecnica classica, ma non solo. La Tre Rifugi è anche la culla della Tecnica Libera, la tecnica dei fondisti e della discesa a raspa, alla quale da qualche anno s’è aggiunto lo snowboard, che abbinato agli sci corti in salita, consente la pratica dello snowboard-alpinismo, l’ultima frontiera degli sport invernali. Tradizione ed innovazione quindi. Il percorso della Tecnica Libera sarà quello tradizionale, anzi Classic, mentre quello del Campionato Italiano Top Class ha subito variazioni nell’ultima ora, a causa delle abbondanti nevicate della scorsa settimana.

Sulle montagne monregalesi il lavoro dei responsabili del tracciato e dei volontari è frenetico per allestire il percorso di gara. “Il tracciato originale - ha detto Giorgio Colombo direttore di gara - è stato modificato. In alcuni luoghi, soprattutto sopra i 2000 metri di quota ci sono oltre due metri di neve ancora non si è assestata. A quote più basse tutti i pendii critici hanno già scaricato in maniera spontanea, ma in alto la situazione è differente. Il nuovo tracciato per la Tecnica Classica è tecnico con un tratto aereo molto spettacolare. Gli atleti saliranno lungo la cresta di Serpentera a piedi, con gli sci nello zaino e assicurati alle corde fisse. Domenica mattina per il rialzo termico previsto abbiamo deciso di anticipare le operazioni di partenza di circa un’ora. La gara partirà da Pian delle Gorre alle ore 7”.

I concorrenti per raggiungere la zona partenza dovranno affrontare un tratto di trasferimento di due chilometri che collega il Villaggio Ardua a Pian delle Gorre (quota 1032 metri). Il dislivello di questo primo tratto è di 150 metri, gli atleti avranno trenta minuti per raggiungere la partenza. I controlli inizieranno alle ore 6.

Il percorso salirà lungo il Vallone del Creus, per raggiungere a quota 2100 metri la punta San Lorenzo. Da questa piccola anticima inizierà, dopo circa trenta metri di discesa, il tratto più spettacolare lungo la cresta di Serpentera. Le squadre in alcuni punti saranno costrette a legarsi alle corde fisse per proseguire in massima sicurezza. Prima della Cima Serpentera è previsto un cambio d’assetto. Gli addetti ai controlli faranno calzare nuovamente gli sci per salire a quota 2361 metri, dopo aver tolto le pelli di foca inizierà la prima discesa. La discesa è segnalata con bandierine rosse lungo i pendii del Vallone di San Lorenzo sino a Porta Marchisa (1630 metri di quota), dove si attraverserà il ruscello Ellero. La seconda salita porterà al Monte Grosso, passando per Colla Rossa. La discesa successiva scenderà al Pian di Male sino a quota 1680 metri. L’ultima fatica in programma è l’ascesa a Cima Durand (2094 metri di quota), dove si scenderà poi verso il traguardo percorrendo il Pian della Turra, affiancando le piste da discesa. Lo striscione d’arrivo sarà nei pressi della Baita Barmass località Borrello a quota 1400 metri. Il dislivello complessivo supera i 2100 metri.

Il percorso riservato alla Tecnica Libera sarà quello tradizionale. Dopo la partenza salirà sino a 2000 metri di quota del Rifugio Garelli, gli atleti quindi proseguiranno per Porta Sestrera 2240 e a Punta a Sestrera, da questo punto, le tracce della tecnica libera seguiranno il percorso degli sci larghi sino al traguardo. Il percorso è lungo 22 km con dislivello in salita di 1800 metri

Le previsioni meteo sono buone per tutto lo svolgimento della gara, è atteso un cambiamento delle condizioni meteo nelle ore centrali del pomeriggio.

La gara sarà presentata sul canale GPR (canale 13 del digitale terrestre Piemonte) alle ore 19.45 all’interno della trasmissione “Cuneo è”.

Attesi alcuni dei protagonisti delle recenti gare dei Campionati Mondiali di Claut, dei Campionati Italiani Lagorai Cima d’Asta e della Pierra Menta, come le coppie Manfred Reichegger-Denis Trento, Pietro Lanfranchi-Daniele Pedrini, Guido Giacomelli-Lorenzo Holzknecht e Gloriana Pellissier-Corinne Clos per la gara femminile.

Programma SABATO 26 MARZO 2011

ROCCAFORTE MONDOVI’

Ore 14,00 - APERTURA UFFICIO GARA – Palazzetto dello Sport

Ore 17,30 - RIUNIONE INFORMATIVA - Palazzetto dello Sport

DOMENICA 27 MARZO 2011

CERTOSA DI PESIO, PIAN DELLE GORRE

Ore 7,00 - PARTENZA TOP CLASS

Ore 7,30 - PARTENZA CLASSIC TL

Baita Barmass località Borrello

Dalle ore 10,30 - ARRIVO

ROCCAFORTE MONDOVI’

Ore 14,30 – PREMIAZIONE - Palazzetto dello Sport

Free Hotel Bus Service porterà le squadre alla partenza gara e le andrà a prendere all’arrivo

Per altre info: www.trerifugi.it/sci-alpinismo-tre-rifugi/

(servizio in collaborazione con press.areaphoto.it)

Guarda il video dell'edizione 2010

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti