Debutta la Coppa del Mondo di Fondo a Sjusjoen (NOR): Roland Clara terzo nella 15 km maschile, Marit Bjoergen vince la 10 km femminile 47a vittoria in CDM

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio_maschile_di_Sjusjoen.png (foto fiscrosscountry.com)
Podio_maschile_di_Sjusjoen.png (foto fiscrosscountry.com)

Parte benissimo per l'Italia la Coppa del mondo di sci di fondo 2011/12. Roland Clara si è piazzato al terzo posto nella 15 km a tecnica libera di Sjusjoen alle spalle dello svedese Johan Olsson (al secondo trionfo in carriera) che ha dominato la prova e al detentore della sfera di cristallo Petter Northug. Il ventinovenne finanziere di Riscone di Brunico si è reso protagonista di una prova maiuscola lungo il nervoso tracciato norvegese, registrando in ogni parziale tempi vicini alle primissime posizioni e mantenendo una costanza di rendimento che fa ben sperare per il proseguimento della stagione.

Secondo tempo nell'ascesa al Cermis del Tour de Ski della passata stagione, Clara ha compiuto un salto imperioso verso l'alto nell'ultimo anno e si conferma fra i migliori specialisti del passo pattinato esistenti al momento sul circuito. A impedirgli un possibile secondo posto ci ha pensato Northug con il suo solito imperioso finale, in cui ha mangiato all'azzurro parecchi secondi, fino a precederlo di appena due decimi. Una piccola beffa che non cancella l'ottima prova di Clara.

La squadra azzurra ha messo in evidenza anche un positivo David Hofer, dodicesimo al traguardo ma nelle prime dieci posizioni per lungo tempo, qualche punto anche per Giorgio Di Centa col ventisettesimo posto, mentre Pietro Piller Cottrer è finito fuori dai trenta dopo essere stato a lungo a ridosso dei quindici. Più lontani Valerio Checchi e Loris Frasnelli. Domenica 20 novembre la due giorni si chiude con la staffetta che parte alle ore 13.15 e vedrà il quartetto italiano composto da Piller Cottrer, Di Centa, Clara e Hofer.

Ordine d'arrivo 15 km TL maschile Sjusjoen (Nor):

1. Johan Olsson (Sve) 32'40"9

2. Petter Northug (Nor) + 31"2

3. Roland Clara (Ita) + 31"4

4. Calle Halfvarsson (Sve) +38"6

5. Alex Harvey (Can) +40"6

6. Remo Fischer (Svi) +41"2

7. Dario Cologna (Svi) +41"7

8. Lars Berger (Nor) +43"7

9. Marcus Hellner (Sve) +43"8

10. Alexej Poltoranin (Kaz) +49"3

12. David Hofer (Ita) +58"5

27. Giorgio Di Centa (Ita) +1'23"5

34. Pietro Piller Cottrer (Ita) +1'32"1

43. Valerio Checchi (Ita) + 1'41"5

70. Loris Frasnelli (Ita) +2'27"1

Roland Clara: "Mammia mia, come sono andato forte"

"Sapevo di andare forte, ma così tanto sinceramente non lo sarei mai sognato!". Roland Clara si stupisce per il terzo posto conquistato nella 15 chilometri di apertura della Coppa del mondo di Sjusjoen, il finanziere di Riscone di Brunico si rivelò sul circuito nella passata stagione a suon di piazzamenti, quest'anno ha fatto capire immediatamente le sue intenzioni.

"Di solito nel mese di novembre non sono tanto in forma perchè faccio fatica ad ingranare - continua a raccontare -, così quest'anno ho aumentato qualche carico per arrivare a questi appuntamenti di inizio stagione in una condizione migliore e i risultati mi hanno dato ragione. E' importante partire bene perchè la fiducia in se stessi aumenta, sono stato costante lungo tutto il percorso, speriamo di continuare per il resto della stagione anche se è difficile rimanere sempre al top. Io il migliore della squadra? Al momento sembra di si, ma le cose possono sempre cambiare. Il prossimo obiettivo diventa la staffetta di domenica, e magari un buon piazzamento nella classifica finale di Coppa del mondo nelle distanze".

Al suo fianco il direttore tecnico Silvio Fauner gli fa i complimenti: "I test delle settimane scorse dicevano che Clara e Hofer erano i più in forma e le previsioni non hanno tradito - spiega -. Rollo mi ha impressionato, ma pure Hofer è andato molto bene. Peccato per Di Centa, debilitato per una bronchite che ancora non è stata debellata completamente, per gli altri siamo soltanto all'inizio della stagione e ci saranno occasioni di riscatto, a cominciare dalla staffetta".

Marit Bjoergen continua da dove aveva lasciato, vincendo il festival norvegese a Sjusjoen.

Comincia con il solito dominio norvegese la Coppa del mondo di sci di fondo. Sulla pista di Sjusjoen era in programma una 10 km a tecnica libera femminile dominata da Marit Bjoergen, alla quarantasettesima perla nella sfera di cristallo. La detentrice del titolo ha preceduto di 27" la svedese Charlotte Kalla e di 29" la connazionale Vikebe Skofterud in una classifica che vede sette norvegesi ai primi nove posti.

Segnali importanti sono arrivati dalla squadra italiana, all'esordio senza le punte Arianna Follis, Marianna Longa e Magda Genuin che hanno lasciato l'attività. Elisa Brocard, ventisettenne valdostana dell'Esercito, ha eguagliato il suo miglior piazzamento della carriera con un positivo sedicesimo posto. Nelle venti anche Silvia Rupil, che ha pagato un leggero calo nel settore conclusivo, mentre festeggia i primi punti Debora Agreiter, ventenne altoatesina del Centro Sportivo Carabinieri e alla terza apparizione sul circuito, la quale è finita ventiseiesima precedendo addirittura Kaisa Saarinen. Più attardate Virginia De Martin e Marina Piller, al traguardo oltre la quarantesima posizione.

"Siamo partiti bene - ha affermato alla fine il direttore tecnico Silvio Fauner -. La nostra è una squadra giovane e per molti versi nuova, tutta da impostare in vista degli impegni dei prossimi anni che vedono i Mondiali in Val di Fiemme nel 2013 e le Olimpiadi nel 2014. Silvia Rupil ha dimostrato di valere le prime dieci, Elisa Brocard è stata convincente, così come la Agreiter che è al primo anno da seniores. E pure Virgina De Martin e Marina Piller, seppur attardate, hanno mostrato margini di crescita".

Domenica 20 novembre è in programma la prima staffetta della stagione, l'Italia schiera Elisa Brocard, Virginia De Martin, Debora Agreiter e Silvia Rupil. La gara, il cui via è previsto per le ore 11.30, sarà trasmessa in diretta televisiva su Raisport 2 e Eurosport.

Ordine d'arrivo 10 km TL femminile Sjusjoen (Nor):

1 BJOERGEN Marit 1980 NOR 24:22.3

2 KALLA Charlotte 1987 SWE 24:49.4

3 SKOFTERUD Vibeke W 1980 NOR 24:51.3

4 BERGER Tora 1981 NOR 25:05.3

5 STEIRA Kristin Stoermer 1981 NOR 25:05.9

6 KRISTOFFERSEN Marthe 1989 NOR 25:12.3

7 JOHAUG Therese 1988 NOR 25:20.4

8 RANDALL Kikkan 1982 USA 25:20.5

9 OESTBERG Ingvild Flugstad 1990 NOR 25:33.4

10 KOWALCZYK Justyna 1983 POL 25:34.6

16 BROCARD Elisa 1984 ITA 25:51.2

19 RUPIL Silvia 1985 ITA 25:53.6

26 AGREITER Debora 1991 ITA 26:10.5

41 DE MARTIN TOPRANIN Virginia 1987 ITA 26:33.1

49 PILLER Marina 1984 ITA 26:48.9

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti