Coppa del Mondo Sci di Fondo: a Gallivare (SVE) nelle staffette domina la Norvegia, Italia 7a al maschile e 13a al femminile.

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio maschile della staffetta di Gallivare (foto fiscrosscountry.com)
Il podio maschile della staffetta di Gallivare (foto fiscrosscountry.com)

Norvegia padrona nella staffetta femminile di Gallivare che chiude al due giorni svedese di Coppa del mondo. Il quartetto composto da Skofterud/Johaug/Hagen/Bjoergen ha dominato la gara, infliggendo un distacco di quasi 20" alla Svezia (Ingemarsdotter/Bleckur/Larsen/Kalla) che ha provato inutilmente ad inseguire le favorite della vigilia. Terzo posto per gli Stati Uniti, che colgono il primo podio della storia in una competizione a squadre con Brooks/Randall/Stephen/Diggins.

Giornata interlocutoria per la squadra italiana che aveva cominciato bene in tecnica classica col quarto posto di Virginia De Martin in prima frazione. La bellunese ha dato il cambio a Elisa Brocard, con la valdostana che ha concluso undicesima, mentre Debora Agreiter ha terminato la sua prova sedicesima e Marina Piller ha recuperato fino al tredicesimo posto conclusivo. La prossima settimana il circuito fa tappa Kuusamo con una sprint a tecnica classica venerdì 30 novembre, seguita da 5 km a tecnica libera sabato 1 dicembre e da 10 km a tecnica classica domenica 2 dicembre.

Ordine d'arrivo staffetta femminile Gallivare (Sve):

1. Norvegia I (Skofterud/Johaug/Hagen/Bjoergen) 45.32.2

2. Svezia I (Ingemarsdotter/Bleckur/Larsen/Kalla) +19.4

3. Usa I (Brooks/Randall/Stephen/Diggins) +28.2

4. Norvegia II +28.7

5. Finlandia I +47.8

6. Russia I +1.10.6

7. Finlandia II +1.23.7

8. Francia +1.24.8

9. Svezia II +1.28.4

10. Germania I +1.40.5

13. Italia (De Martin/Brocard/Agreiter/Piller) +2.09.1

Dopo la squadra femminile, anche la squadra maschile della Norvegia vince la staffetta di Coppa del mondo sulla pista di Gallivare. Il quartetto composto da Eldar Roenning, Martin Sundby, Sjur Roethe e Petter Northug ha dominato la prova dall'inizio alla fine, tanto che il solito Northug ha potuto presentarsi al traguardo sventolando una bandierina della Svezia (in onore della nazione ospitante oppure siamo di fronte alla consueta sceneggiata del campione nordico?), seconda classificata con oltre 6" di distacco.

La Russia ha strappato alla Svizzera il terzo gradino del podio, mentre l'Italia con Thomas Moriggl, Giorgio Di Centa, Roland Clara e David Hofer ha progressivamente recuperato terreno concludendo in settima posizione, un discreto piazzamento che prelude ad un possibile ulteriore miglioramento negli appuntamenti a venire. Il calendario di Coppa del mondo prevede per il prossimo fine settimane tre gare a Kuusamo: una sprint a tecica classica, una 10 km a tecnica libera e una 15 km a tecnica classica.  

Ordine d'arrivo staffetta maschile Gallivare (Sve):

1  Norvegia I  1:01:59.3

      ROENNING Eldar        16:14.9  

      SUNDBY Martin Johnsrud        15:52.1  

      ROETHE Sjur        14:35.8  

      NORTHUG Petter jr.        15:16.5  

 2  Svezia I  1:02:05.7

      JOENSSON Emil        16:12.4  

      OLSSON Johan        16:13.5  

      RICHARDSSON Daniel        14:51.4  

      HELLNER Marcus        14:48.4  

 3  Russia I  1:02:06.5

      BELOV Evgeniy        16:12.5  

      VYLEGZHANIN Maxim        15:54.0  

      LEGKOV Alexander        14:54.4  

      CHERNOUSOV Ilia        15:05.7  

 4  Svizzera 1:02:07.5

 5  Canada 1:02:08.2

 6  Germania  1:02:10.8

 7  Italia  1:02:32.7

      MORIGGL Thomas        16:27.8  

      DI CENTA Giorgio        16:19.1  

      CLARA Roland        14:46.5  

      HOFER David        14:59.3  

 8  Francia  1:02:37.7

 9  Kazakhstan I 1:02:51.4

 10  Finlandia I  1:02:55.7

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti