Coppa del mondo Davos: Pellegrino 2°, De Fabiani 7° e Brocard decima

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellegrino secondo nella Sprint di Davos (foto fisi)
Federico Pellegrino secondo nella Sprint di Davos (foto fisi)

L’Italia dello sci di fondo sta tornando nelle posizioni di alta classifica e questo grazie alle imprese dei fondisti valdostani, che nella tappa di Coppa del mondo di Davos sono stati autori di grandi prestazioni.

Sprint

E' un secondo posto che sa di vittoria quello di Federico Pellegrino nella sprint a tecnica libera di Coppa del mondo a Davos. Il vicecampione olimpico si è inchinato all'asso norvegese Johannes Klaebo al termine di una gara ricca di asperità. Tutto è filato liscio fino ai quarti di finale, nella cui batteria Pellegrino si era imposto senza problemi, che invece sono arrivati in semifinale, quando il valdostano è rimasto dapprima imbottigliato sulla salita del giro finale e quando ha provato a rientare sul rettilineo conclusivo è venuto a contatto con il norvegese Sondre Fossli, rompendo un bastoncino in piena spinta e ripartendo praticamente da fermo. Fortunatamente il suo tempo è servito per il ripescaggio, e nella finalissima ha dimostrato il proprio valore, rimanendo il solo a mettere un po' di pressione nella cavalcata di Klaebo, che torna a vincere dopo qualche delusione nelle ultime uscite. Pellegrino invece festeggia il podio numero 5 individuale in carriera sulla pista svizzera, il ventiduesimo complessivo, giunto qualche giorno dopo la caduta durante il ritiro di Livigno nei giorni antecedento la trasferta svizzera che aveva creato qualche apprensione.
ll podio è completato dal francese Baptiste Gros. Fuori nei quarti di finale Francesco De Fabiani 16°, eliminati nelle qualificazioni Mirco Bertolina, Michael Hellweger e Giacomo Gabrielli. La classifica generale di coppa vede al comando Alexander Bolshunov (25°) con 367 punti, lo inseguono i norvegesi Sjur Roethe con 329 punti e Emil Iversen con 328. Pellegrino è ottavo con 176. Nella graduatoria sprint Klaebo in vetta con 204 punti contro i 159 di Pellegrino.

Dominio svedese nella gara femminile, che ha visto Stina Nilsson imporsi abbastanza agevolmente nei confronti della statunitense Sophie Caldwell, terza l'altra svedese Maja DAhlqvist. Quindicesima e unica azzurra a superare il taglio Greta Laurent, uscita poi nei quarti di finale e 15a . Fuori nelle qualificazioni Elisa Brocard, Lucia Scardoni, Alice Canclini e Ilaria Debertolis.

15 Km a Tecnica Libera

Settimo posto di Francesco De Fabiani nella 15 km a tecnica libera maschile. L'azzurro ottiene il miglior risultato stagionale a Davos chiudendo ad appena 21" dal vincitore Evgeniy Belov dopo una gara in crescita, nel corso della quale ha guadagnato posizioni chilometro dopo chilometro. L'azzurro ha dimostrato di poter stare al passo dei migliori.

Il successo, è andato a Evgeniy Belov, al suo primo trionfo in carriera in una gara individuale di Coppa del mondo. In assenza del leader di Coppa del mondo Alexander Bolshunov, che non si è presentato al via, è un altro russo a far registrare il miglior tempo, davanti al francese Maurice Manificat e al norvegese Martin Johnsrud Sundby. Chiudono poco distanti dalla zona punti gli altri azzurri Stefano Gardener, Giandomenico Salvadori e Mirco Bertolina, rispettivamente 36°, 38° e 39°, mentre Pellegrino ha chiuso 50° e Fanton 60°.

10 Km Tecnica Libera femminile

Miglior risultato in carriera in una gara individuale di Coppa del mondo per Elisa Brocard, che nella 10 km a tecnica libera di Davos si è classifica al decimo posto.
La portacolori dell'Esercito chiude in 27'28" a 1'22" dalla vincitrice, la norvegese Therese Johaug che continua il suo dominio incontrastato nelle prove distance aumentando il proprio distacco sulle rivali nella classifica generale. Ora la norvegese comanda con 600 punti contro i 451 della connazionale Oestberg, seconda anche al traguardo della 10 km davanti alla finlandese Krista Parmakoski, e 409 su Ebba Andersson. Fuori dalla zona punti le altre azzurre: 37a Lucia Scardoni, 41a Ilaria Debertolis, 50a Anna Comarella, 54a Sara Pellegrini.

Il prossimo appuntamento con la Coppa del mondo tra Natale e Capodanno, nel weekend del 29 e 30 dicembre, quando a Dobbiaco si terrà la prima tappa del Tour del Ski: in programma la gara sprint più la 10 km a tecnica libera femminile.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti