Bràulio Vertical Tour 2013: a Sestrière festa del freestyle italo-francese

Di GIANCARLO COSTA ,

Braulio Vertical Tour a Sestriere snowboard
Braulio Vertical Tour a Sestriere snowboard

La Coppa del Mondo di Slopestyle questo fine settimana faceva tappa a Silvaplana, in Svizzera. Ma sulle nevi olimpiche di Sestriére, in uno degli Snowpark più efficienti e praticati di tutto il Nord Italia, è stato spettacolo molto simile a quello della Coppa nella quinta tappa del ‘Bràulio Vertical Tour 2013’, nobilitata dalla presenza di un numero incredibile di atleti (erano ben 32 in gara tra snowboard e freeski) ma soprattutto dall’altissima qualità di molti dei protagonisti in gara.

E come ampiamente previsto alla vigilia, è stata sfida Italia-Francia con una vittoria per parte e spettacolo puro per il foltissimo pubblico presente. Nella gara di snowboard si è imposto un atleta esperto come il bardonecchiese Luca Fiorini che è stato capace do battere il lombardo Marco Donzelli, vincitore assoluto del ‘Bràulio Vertical Tour’ la passata edizione e atleta della nazionale di Coppa del Mondo per lo Slopestyle. Terzo un altro atleta valsusino, quel Gian Marco Maiocco che ha la sua base a Salice d’Ulzio. E’ suonata invece la ‘Marsigliese’ nella gara di freeski che ha visto imporsi il francesino Paul-Eric Faure, da Serre Chevalier, davanti al connazionale Alexi Azzret che è diventato da subito l’idolo del pubblico dall’alto dei suoi soli 15 anni. Gradino più basso del podio invece per Luca Bracco, dalla vicina Bardonecchia.

Alla premiazione, logica la soddisfazione degli organizzatori ma anche del sindaco di Sestriére, Valter Marin, che ancora una volta ha dimostrato di saper scommettere su un evento vincente. Così come ha fatto ‘Tuttosport’, media partner ufficiale dell’evento, sul palco rappresentato dal suo direttore, Vittorio Oreggia. Il ‘Bràulio Vertical Tour 2013’ ripartirà in direzione Medesimo, ma il ricordo della tappa di Sestriére resterà a lungo.

Anche perché ancora una volta l’attività a 360° gradi messa in pista dall’organizzazione del ‘Bràulio Vertical Tour 2013’ ha saputo colpire nel segno. Con le degustazioni gratuite di tutti i prodotti, a cominciare da quelli offerti dal title sponsor Amaro Bràulio (freddo e caldo poco importa, è stato preso d’assalto lo stesso…), ma anche dai formaggi Entremont con la sua raclette servita insieme ai salumi Beretta e ai croccanti prodotti Panmonviso, e dal Latte Candia, freddo oppure a temperatora naturale. E poi le tisane e caramelle Rìcola, il nuovissimo Nesquik ‘Ready to Drink’, le prove tecniche sia dei materiali specifici con gli sci Scott e le tavole da snow Hostile, la regina delle macchine fotografiche, ossia la Nikon Coolpix, o ancora gli snack Grok che sono stati una piacevole scoperta per tutti.

LE PROSSIME DATE DEL TOUR

16-17 Febbraio 2013 Madesimo (So) Demo Jump

23-24 Febbraio 2013 Alleghe (Bl) Demo Jump

02-03 Marzo 2013 S. Martino di Castrozza (Tn) Demo

09-10 Marzo 2013 Bormio (So) Contest Jump

13-14 Marzo 2013 Livigno (So) Contest Finale

16-17 Marzo 2013 Passo del Tonale (Tn)

Fonte UFFICIO STAMPA BRÀULIO VERTICAL TOUR 2013

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti