Bicicletta per la Nazionale maschile di Fondo tra Emilia e Toscana

Di GIANCARLO COSTA ,

Gruppo fondo maschile 2013 allo Stelvio
Gruppo fondo maschile 2013 allo Stelvio

Dopo lo sci alpino in Sicilia, gli snowboarder a Sochi, tocca alla squadra maschile di sci di fondo salire in sella alla bicicletta e pedalare fra Emilia e Toscana per un vero e proprio giro ciclistico che da mercoledì 12 giugno durerà fino domenica 16 giugno. Il direttore tecnico Paolo Riva, in compagnia del responsabile degli skimen Giuseppe Cioffi e del massaggiatore Christian Saurer, ha convocato sei atleti: Roland Clara, Giorgio Di Centa, David Hofer, Dietmar Noeckler, Federico Pellegrino e Fabio Pasini.

Il programma prevede la prima tappa da Rovido a Dozza, seguita il giorno successivo dalla Dozza-Frassinoro. Il terzo appuntamento è fissato da Frassinoro a Borgotaro, mentre il 15 si pedala da Borgotaro a Marina di Carrara. La chiusura è programmata con la Marina di Carrara-Piombino, in quest'ultima località gli azzurri si fermeranno tre giorni (fino al 19 giugno) per smaltire le tossine accumulate.

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa