Ancora un bronzo femminile per l’Italia: la staffetta sul podio di Coppa del Mondo a Gallivare

Di GIANCARLO COSTA ,

Follis, Bjorgen_e_Kalla_leader_di_Italia_Norvegia_e_Svezia_(AP_Photo Fredrik_Sandberg).jpg
Follis, Bjorgen_e_Kalla_leader_di_Italia_Norvegia_e_Svezia_(AP_Photo Fredrik_Sandberg).jpg

Bisogna ringraziare le donne, in primis Arianna Follis, se l’Italia torna a casa con due medaglie di bronzo dalla prima tappa di Coppa del Mondo di sci di fondo, in terra scandinava, nella lontana Gallivare in Lapponia. Mentre la squadra maschile è sempre stata fuori dai giochi sia nell’individuale che nelle staffette (e questo è forse il dato più preoccupante), il tricolore è stato tenuto alto da Arianna Follis, con il terzo posto di ieri nella 10 chilometri e dal quartetto rosa nella staffetta 4x5 km.

Staffetta dominata come da pronostico dalla Norvegia. Skofterud, Johaug, Steira e Bjoergen (la campionessa olimpica ha bissato la vittoria della gara individuale) hanno fatto gara a sè sin dalle battute iniziale con la sola resistenza della Svezia, giunta seconda al traguardo con un ritardo di 26"8, ma dietro a loro le azzurre hanno disputato una gara accorta e intelligente, tenendo duro nelle due frazioni in tecnica classica grazie al sacrificio in prima frazione di Magda Genuin, e dalla solida seconda parte condotta dalla specialista Marianna Longa (secondo tempo cronometrato).

Una volta passate alle due frazioni skating, è partita la rimonta delle ragazze allenate da Alfred Stauder, con Silvia Rupil che ha recuperato posizioni e terreno fino a consegnare ad Arianna Follis una sesta posizione che la valdostana ha rapidamente trasformato in un podio, tenendo a freno la tedesca Nicole Fessel, staccata nello sprint per il terzo posto.

Al via era iscritta una seconda formazione italiana, composta da Virgina de Martin, Elisa Brocard, Antonella Confortola e Francesca di Sopra, ritiratasi all'ultimo cambio, ma va segnalata la buona frazione al lancio della De Martin, chiusa in decima posizione.    

Classifica staffetta femminile 4x5 km
1. Norvegia (Skofterud/Johaug/Steira/Bjoergen) 50'16"0
2. Svezia (Johansson/Haag/Rydqvist/Kalla) +26"8
3. Italia (Genuin/Longa/Rupil/Follis) +56"2 
4. Germania +57"8
5. Finlandia +1'06"3
6. Svezia +2'15"7
7. Kazakhstan +2'28"7
8. Francia +2'36"5
9. Svezia III +2'47"3
10. Slovenia +2'47"7

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti