Viaggi e spedizioni

Maybe, inseguendo lo Snowleopard

Di Giancarlo Costa

Maybe inseguendo lo Snowleopard

Un breve documentario ideato e prodotto da Pillow Lab (www.pillowlab.it), in collaborazione con Ferrino (www.ferrino.it) e Cébé (www.cebe.com), che racconta il progetto dell’alpinista piemontese Carlalberto 'Cala' Cimenti e la sua esperienza nei territori selvaggi dell’Ex Unione Sovietica.

La storia
Carlalberto 'Cala' Cimenti è un alpinista e viaggiatore che, stanco delle esperienze Himalayane, ha deciso di dedicarsi a nuovi orizzonti inseguendo l'onorificenza Snowleopard conferita a chi raggiunge la vetta di tutte ...

Continua a leggere

Sciando sul fuoco: scialpinismo e freeride sull’Etna

Di Giancarlo Costa

Scialpinismo e freeride sull'Etna (foto Marco Tomasello)

L'Etna è sempre stato teatro di miti e leggende: Omero nell'Odissea ne parla come la fucina di Efesto, il gigante ciclope il cui occhio al centro della fronte simboleggiava forse il tremendo cratere del vulcano. L'Etna con i suoi 3340 metri, è il vulcano attivo più alto d'Europa, dal paesaggio arido e lunare in estate e ricoperto da copiose nevicate in inverno. Le ruvide colate laviche diventano un paradiso per gli scialpinisti e freerider: sciare sull ...

Continua a leggere

Snow Leopard Project: Carlalberto Cimenti insieme a Ferrino verso il primo Snow Leopard italiano

Di Giancarlo Costa

Cala Cimenti impegnato nello Snow Leopard

Ultimi giorni di preparativi per lo scialpinista e Ambassador Ferrino Carlalberto “Cala” Cimenti prima della partenza per il Kirghizistan, fissata per il 10 luglio 2014.

La spedizione riprende il progetto Snow Leopard, interrotto lo scorso anno, cominciando con la scalata del Monte Pobeda, altitudine 7439 metri, per poi proseguire con il Communism Peak in Tajikistan, 7495 metri di altezza.

Il progetto Snow Leopard prevede la conquista di tutte e cinque le vette sopra i settemila metri dell’ex Urss. Dal ...

Continua a leggere

Rewoolution Freeride Adventure Raid: tre giorni di freeride tra Cervinia, Zermatt, Champoluc e Gressoney

Di Giancarlo Costa

Rewoolution Freeride Adventure Raid

Tre giorni sulle montagne dominate da Cervino e Monte Rosa sono stati il premio per i vincitori e gli estratti del Rewoolution Winter Raid Dolomiti di Corvara di inizio marzo, un'iniziativa organizzata da Spia Games, l'organizzazione bergamasca che crea eventi multisportivi e supportata da Reda Rewoolution, la ditta biellese che produce capi d'abbigliamento intimo in lana Merinos.

Base logistica dell'evento un grazioso Bed&Breakfast Outdoor ricavato da un tipico “rascard valdostano” nella sperduta frazione Herin di Antey-Saint-Andrè ...

Continua a leggere

Lo scialpinista cuneese Paolo Rabbia ha completato la traversata dei Pirenei

Di Giancarlo Costa

Paolo Rabbia impegnato nella traversata dei Pirenei (aski-snowsports.it)

Paolo Rabbia ce l'ha fatta. L'alpinista cuneese ha 'chiuso' la traversata dei Pirenei, con sci e pelli, in solitaria. Da Sud verso Nord, dal Mediterraneo all'Atlantico, partendo dal Canigou, la montagna simbolo della Catalogna, per raggiungere il Pic de Orhy nei Paesi Baschi: 700 km, 32000 metri di dislivello. «L'obiettivo era un mese - spiega Paolo - e ci sono riuscito in 29 giorni. Ma è stata durissima: avrò trovato solo tre giorni con bel tempo e vento ...

Continua a leggere

Lo scialpinista cuneese Paolo Rabbia è partito per la traversata dei Pirenei

Di Giancarlo Costa

Paolo Rabbia impegnato nella traversata dei Pirenei

Prima settimana di viaggio per Paolo Rabbia, l'alpinista cuneese che, dopo aver effettuato la traversata delle Alpi, ci prova con quella dei Pirenei. Da Sud verso Nord, dal Mediterraneo all'Atlantico, partendo dal Canigou, la montagna simbolo della Catalogna, sino al Pic d'Orby, dopo circa 700 km. Tutto con sci e pelli, in solitaria: obiettivo, 'chiuderla' in un mese.

«Sono arrivato in macchina sino a Fillols - spiega Paolo, via Skype -, un piccolo villaggio francese e da lì sono ...

Continua a leggere

Snowleopard Ski Project: sciare oltre i 7000 metri per 5 volte

Di Giancarlo Costa

Snowleopard Ski Project

Un’idea, un progetto dei due alpinisti di Pragelato (TO) Carlalberto “Cala” Cimenti e Alberto “Friky” Friquet concretizzatosi dopo anni di sogni e ricerche.

Sono partiti Sabato 1 Giugno per attraversare 16 paesi per scalare le 5 montagne più alte delle catene montuose del Pamir e del Tien Shan (ex Unione Sovietica), tutte alte oltre i 7.000 metri, le più a nord di latitudine, le più fredde. Riuscire ad utilizzare il più possibile gli sci sia in salita che ...

Continua a leggere

Riding to Sochi: terminato il viaggio in bici degli snowboarder azzurri Fischnaller e March, dall'Italia alla Russia per il sogno Olimpico

Di Giancarlo Costa

Riding to Sochi: Roland Fischnaller, Aaron March, Eric Pramsohler e l'austriaco Sigi Grabner dall'Italia alla Russia in bici

Lunedi 13 maggio, dopo sedici tappe e 3110 km, attraversando sette nazioni, un quartetto di ciclisti molto speciale ha raggiunto la località delle prossime Olimpiadi invernali. Gli snowboarder sono gli atleti della nazionale Roland Fischnaller, Aaron March, il loro allenatore Eric Pramsohler e l'austriaco Sigi Grabner, un mito dello snowboard, già medaglia di bronzo olimpica a Torino 2006.

Partiti da Funes il 28 aprile 2013, alle falde delle Odle, patria dello snowboarder Roland Fischnaller che ha ideato l'impresa ...

Continua a leggere

Marco Galliano e lo snowboard-alpinismo al Museo dello Sport di Torino

Di Giancarlo Costa

Marco-Galliano-in-vetta-al-Cho-Oyu.jpg

Lunedì alle 11,30 Marco Galliano, il primo snowboarder italiano a scendere un “8000”, il Cho Oyu, e il primo al mondo a scendere un altro 8000, il Manaslu, donerà l'equipaggiamento usato per le sue imprese al Museo dello Sport di Torino: lo snowboard, lo zaino, gli scarponi con 

ramponi, berretto, occhiali e tuta d'alta quota.

“Sarà per me – ha dichiarato Marco Galliano - motivo d'orgoglio essere a fianco di grandi campioni di tutte le discipline con una ...

Continua a leggere

Lo spirito snowboarder di Marco Galliano sul Manaslu

Di Giancarlo Costa

Marco_Galliano_verso_la_vetta_del_Manaslu.jpg (foto spedizione Manaslu)

Erano le 10 del mattino del 4 ottobre 2011 ed i ramponi di Marco Galliano incidevano l’ultima neve che avrebbe salito quel giorno. Finalmente era arrivato in vetta alla lunga cresta affilata a quota 8163 metri del Manaslu. Da quel punto solo discesa e soprattutto snowboard. Già, perché se salire un 8000 è un’impresa comunque lo si faccia, senza usare le bombole per l’ossigeno artificiale è alpinismo vero, ma scendere con lo snowboard è una grande impresa ...

Continua a leggere