ANEF: a scuola di rischio e sfide con i campioni dello sport

ANEF con Roda, Goggia, Moioli, Barmasse e Ghedina (foto omnia)

L’assemblea annuale dell’ANEF si è riunita a Cenate Sotto, all’ordine del giorno il rischio come calcolo e componente necessaria dell’iter che porta alla realizzazione di sogni ed obiettivi. Nello sport come nell’impresa, l’imprenditore, come il campione: gli ingredienti del percorso verso il successo sono i medesimi.
ANEF – Associazione Nazionale Esercenti Funiviari si interroga e fa squadra, nell’assemblea annuale che si è tenuta a Cenate Sotto, ospiti di Gewiss, azienda produttrice di soluzioni e ...

Continua a leggere

La Nazionale di sci di fondo in allenamento al Gabiet, Gressoney La Trinitè

La Nazionale di sci di fondo in raduno a Gressoney (foto fisi)

Prosegue il secondo raduno stagionale (dopo quello atletico effettuato in Sardegna) delle squadre di Coppa del mondo e under 23 nella località valdostana di Gressoney St. Jean e Gressoney La Trinite', questa volta sulla neve, grazie alle abbondanti nevicate dell'ultimo periodo che consentono di sciare nei pressi del rifugio Gabiet, dove è stato approntato un anello di fondo. Al lavoro, che si concluderà domenica 9 giugno, partecipano Greta Laurent, Lucia Scardoni, Caterina Ganz, Elisa Brocard, Anna Comarella, Federico Pellegrino ...

Continua a leggere

Palio delle Contrade e 1K Shot a Livigno il 23 agosto

Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi a Livigno (foto newspower)

A Livigno “tutto inizia prima” e il Palio delle Contrade – 1K Shot dà appuntamento al 23 agosto con la propria passerella innevata. La neve conservata dallo scorso inverno verrà utilizzata per regalare una sfida unica, il tutto grazie ad una tecnica di cui i livignaschi sono maestri: quella dello snowfarming. Il centro in provincia di Sondrio è stato precursore di una tendenza che va aumentando di anno in anno a causa della scarsità di precipitazioni nevose nei mesi invernali, e ...

Continua a leggere

Becca di Nona parete nord: sci ripido con vista su Aosta

La Becca di Nona con Alessandro Letey e Yari Pellissier impegnati nella discesa della parete nord (foto fb Letey)

La Becca di Nona è la montagna degli “aostani”, gli abitanti di Aosta. La piccola regione delle grandi montagne, la Valle d’Aosta, ha molte montagne simbolo, conosciute in tutto il mondo, dal Monte Bianco, al Cervino, al Monte Rosa, ma il capoluogo Aosta ha una vista privilegiata sulla Becca di Nona (quota 3142m). Questa montagna si vede dal centro di Aosta, da piazza Chanoux, quando si va a far shopping nel centro storico, o quando si parte per la ...

Continua a leggere

Colle dei Becchi e Blanc Giuir, Valle di Piantonetto – Itinerario sci e snowboard alpinismo

Apertura Itinerario Colle dei Becchi Blanc Giuir Piantonetto

INIZIO ESCURSIONE: Diga del Telessio, vallone di Piantonetto (quota 1900 metri)

ACCESSO: Per arrivare alla diga del Telessio prendere l’autostrada Torino-Aosta, uscire ad Ivrea e proseguire per Castellamonte – Cuorgnè, oppure da Torino prendere la superstrada per Caselle, Rivarolo e Cuorgnè. Da Cuorgnè, prendere la strada che risale la valle dell’Orco, superare Locana, continuare fino a Rosone, frazione di Locana, quindi prendere la strada sulla destra, molto ripida, per risalire fino alla diga del Telessio, o dove la ...

Continua a leggere

Monte Bassura da Villaggio Primavera in Valle Stura - Itinerario sci e snowboard alpinismo

Apertura itinerario Bassura in Valle Stura

INIZIO ESCURSIONE: Da Villagio Primavera (Quota 1500m), frazione di Argentera in Valle Stura (CN)
ACCESSO: Per arrivare a Villaggio Primavera in Valle Stura, prendere l’autostrada Torino-Savona e uscire per Cuneo, quindi seguire le indicazioni per Cuneo e successivamente a Borgo San Dalmazzo per Valle Stura, Colle della Maddalena, Francia confine di stato. Risalire la Valle Stura, oltrepassare Pontebernardo e prima di Bersezio, su di un rettilineo in prossimità di alcune case, c’è l’indicazione Villaggio Primavera, parcheggiare ed ...

Continua a leggere

A L’Aquila le premiazioni finali dello Skialpdeiparchi vinto da Carlo Colaianni e Raffaella Tempesta

Skialpdeiparchi podio maschile finale 2019 (foto Live Your Mountain)

Venerdì 10 Maggio si sono svolte all’Aquila, le premiazioni finali dello SKIALPDEIPARCHI 2019 che ha visto complessivamente lo svolgersi di 8 manifestazioni (5 classiche, 1 gara a coppie e 2 notturne).
Il capoluogo Abruzzese è il riferimento del centro Italia nella crescente pratica dello Sci Alpinismo, ospitando la sua provincia il 90% delle manifestazioni.

Alla serata hanno partecipato atleti, organizzatori e sponsor dell’edizione 2019 in una cena di passaggio stagionale che è stato un momento per dare ...

Continua a leggere

Ciarforon parete ovest da Pont Valsavarenche – Itinerari sci e snowboard alpinismo

01 Apertura Itinerario Ciarforon parete ovest

INIZIO ESCURSIONE: Pont Valsavarenche (1960 m)
ACCESSO: Per arrivare a Pont Valsavarenche, prendere l’autostrada Torino-Aosta, uscire ad Aosta o Villeneuve, risalire la statale fino a Villeneuve, quindi attraversare un ponte e dal centro di Villeneuve continuare a risalire la valle fino al bivio con la Val di Rhemes, prendere per la Valsavarenche e continuare fino al termine della strada dove si trova un parcheggio.
DISLIVELLO: 1682 m (772 m al Rifugio Vittorio Emanuele II)
DIFFICOLTA’: II / 4.3 / E3 ...

Continua a leggere

Arctic Splitboard Challenge: Cesare Pisoni vince a Tromso, la svedese Katrin Elfberg prima donna

Apertura Arctic Splitboard Challenge in Tromso  (7)

Arctic Challenge: un nome un mito. Una gara di freestyle nata sul finire degli anni ‘90 dall’idea di Daniel Franck e Terje Haakonsen proprio qui a Tromso, 400 km oltre il Circolo Polare Artico (poi trasferito dal 2005 a Oslo capitale della Norvegia), aveva lasciato un fuoco a covare sotto la cenere. E questo fuoco è stato riacceso nel 2018 da un “local” di Tromso, Tor Jonny Reitan, che però ha un’altra visione dello snowboard. Ama lo snowboard-alpinismo ...

Continua a leggere

XXII Mezzalama: rivincono gli alpini Antonioli, Boscacci, Eydallin

Podio maschile

Per i quattromila vietati dal maltempo, forte aumento del dislivello

Un Mezzalama durissimo per il freddo polare, il vento micidiale e la visibilità ridotta dalla nebbia e dal nevischio che hanno sferzato gli scialpinisti in corsa e lo staff di guide alpine e volontari schierati sui ghiacciai del Monte Rosa. Certamente questa XXII è stata l’edizione più difficile di quelle moderne che ricordi lo staff diretto da Adriano Favre, svoltesi ogni due anni dal 1997 da Breuil-Cervinia a ...

Continua a leggere