Snowboard-Alpinismo

Freeride Fest: sport e solidarietà a Cimbergo

Di Giancarlo Costa

Freeride Fest Cimbergo

Sabato 21 ottobre si è svolto a Cimbergo (BS) il Freeride Fest, una festa che ha voluto unire lo sport con la solidarietà. Alle 10 e’ cominciato il tutto con l’apertura del Freeride Village dove una quindicina di stand dedicati alla MTB, splitboard, scialpinismo, Kitesurf hanno pubblicizzato i loro prodotti e messo a disposizione MTB ed E-Bike per prova dei percorsi Freeride dove pedalando o serviti da 5 bikeshuttle ci si poteva divertire sui single track che con ...

Continua a leggere

Freeride Fest sabato 21 ottobre a Cimbergo

Di Giancarlo Costa

Freeride Fest Cimbergo

Tutto pronto ormai a Cimbergo in provincia di Brescia per l’attesa prima edizione del Freeride Fest Cimbergo, organizzato dal Comune di Cimbergo in collaborazione con l’Associazione Splitboard Valcamonica, che si terrà sabato 21 ottobre, in Località Belvedere, Via G. Marconi

Di seguito il programma della giornata

* TOUR MOUNTAIN BIKE ENDURO: Partenza ore 10.00 Da Tendone Freeride Fest a Cimbergo, Risalita Pedalata fino a Rifugio Volano e Discesa in Single Track Enduro Freeride preparato da ...

Continua a leggere

Cala Cimenti in vetta al Dhaulagiri per la prima discesa in sci

Di Giancarlo Costa

Cala Cimenti in discesa dal Dhaulagiri (1)

Ha realizzato un’impresa al limite dell’impossibile Carlalberto “Cala” Cimenti, alpinista e scialpinista italiano, torinese che vive a Prali in Val Germanasca, che ha salito il suo terzo ottomila, il Dhaulagiri, montagna himalayana di 8167 metri, per poi scenderlo usando gli sci, che è una prima assoluta.

Con lui è salito lo svizzero Matthias Koenig, mentre ha dovuto rinunciare alla cima Davide Gerlero, alpinista cuneese che aveva il progetto di scendere in snowboard. Insieme a loro, idealmente c ...

Continua a leggere

Ore decisive per la spedizione Dhaulagiri First Line

Di Giancarlo Costa

Campo spedizione Dhaulagiri First Line (foto fb Cimenti)

Ore decisive per la spedizione himalayana di Carlalberto “Cala” Cimenti, Davide Gerlero e lo svizzero Matthias Koenig verso il Dhaulagiri, montagna himalayana di 8167 metri, che hanno l’obbiettivo di salire e scendere con sci, Cimenti e Koenig, e snowboard, Gerlero. Dopo un primo tentativo fermatosi a causa di cornici instabili e un ritorno al campo base, i tre sono ripartiti per il tentativo finale, pur tra problemi fisici e stanchezza. Dalla pagina di facebook Cala Cimenti Cmenexperience, ecco il ...

Continua a leggere

E’ partita la spedizione di Cimenti, Gerlero e Koenig verso il Dhaulagiri

Di Giancarlo Costa

Dhaulagiri

E’ partita la spedizione di Carlalberto “Cala” Cimenti, Davide Gerlero e lo svizzero Matthias Koenig verso il Dhaulagiri, montagna himalayana di 8167 metri. L’obbiettivo della spedizione è di salire in vetta e scendere in sci, per Cala Cimenti e Matthias Koenig, e in snowboard per Davide Gerlero, una prima assoluta in discesa.

Per Cala Cimenti si tratta del secondo tentativo su questa montagna dopo quello del 2009, che si è dovuto fermare a poco dalla vetta ...

Continua a leggere

Punta di Ondezana, dalla Diga del Teleccio, Valle di Piantonetto – Itinerario scialpinismo e snowboard-alpinismo

Di Giancarlo Costa

Apertura discesa da Punta di Ondezana verso la Diga del Teleccio

INIZIO ESCURSIONE: Diga del Teleccio, vallone di Piantonetto (quota 1900 metri)

ACCESSO: Per arrivare alla diga del Teleccio prendere l’autostrada Torino-Aosta, uscire ad Ivrea e proseguire per Castellamonte – Cuorgnè, oppure da Torino prendere la superstrada per Caselle, Rivarolo e Cuorgnè. Da Cuorgnè, prendere la strada che risale la valle dell’Orco fino a Rosone, frazione di Locana, quindi prendere la strada sulla destra, molto ripida, per risalire fino alla diga del Teleccio, o dove la strada è ...

Continua a leggere

Luca Borgoni ci ha lasciato

Di Giancarlo Costa

Luca Borgoni nel canale Direttissima al Corno Grande del Gran Sasso

E’ terminata l’avventura terrena di Luca Borgoni, giovane snowboarder-alpinista e skyrunner cuneese. Gli è stata fatale una caduta sabato scorso a Cervinia, quando terminato il Km Verticale a Croce Carrel, ha continuato a salire verso Capanna Carrel, sulla via normale italiana di salita al Cervino.

C’era tutta la Cuneo sportiva a salutarlo oggi in chiesa e le commoventi parole di suo papà Vittorio, che gli ha trasmesso la passione per lo snowboard e la corsa, accompagneranno sempre ...

Continua a leggere

Punta Basei da Chiapili di Sopra, Valle dell’Orco Ceresole – Itinerario scialpinismo e snowboard-alpinismo

Di Giancarlo Costa

Apertura itinerario Punta Basei

INIZIO ESCURSIONE: Loc. Chiapili di sopra (quota 1750 metri)

ACCESSO: Per arrivare a Chiapili prendere l’autostrada Torino-Aosta, uscire ad Ivrea e proseguire per Castellamonte – Cuorgnè, oppure da Torino prendere la superstrada per Caselle, Rivarolo e Cuorgnè. Da Cuorgnè, prendere la strada per Ceresole, dopo Ceresole costeggiare il lago e salire fino al rifugio Alpinisti Chivassesi. Quindi proseguire fin dove c’è neve in base alla stagione, il che vuol dire Chiapili di Sotto, o di Sopra o alla ...

Continua a leggere

Traversata Campo Imperatore-Gran Sasso Corno Grande-Prati di Tivo, itinerario scialpinismo e snowboard-alpinismo

Di Giancarlo Costa

Apertura traversata Campo Imperatore Prati di Tivo

INIZIO ESCURSIONE: Fonte Cerreto, stazione di partenza funivia del Gran Sasso (Quota 1120 metri)
ACCESSO: Per arrivare a Fonte Cerreto, uscire ad Assergi sull’autostrada Roma-L’Aquila-Teramo, che consente un facile accesso sia da Roma e Lazio che dal nord Italia. Seguire le indicazioni e in meno di 3 km si è al parcheggio della Funivia Campo Imperatore.
DISLIVELLO: 1000 metri in salita, circa 1500 in discesa
DIFFICOLTA: OSA (Ottimi sciatori e snowboarder alpinisti)
PERIODO CONSIGLIATO marzo-aprile
ATTREZZATURA: da scialpinismo ...

Continua a leggere

Concatenamento canale della Forcella, canale Gounther e del “Canalun” Lourousa – Itinerario scialpinismo e snowboard-alpinismo Valle Gesso

Di Giancarlo Costa

Canale Forcella (1)

Di Luca Borgoni

Ci sono vette che sono fonte di ispirazione e sogno. Possono essere viste appena svegli e da diversi punti della pianura. Le si guardano da lontano e si prova ad immaginare come sarebbe scalarle o addirittura scenderle con la tavola ai piedi. Lasciare la propria traccia perfetta come un ricamo sulla neve immacolata è motivo di grande soddisfazione e di emozioni indescrivibili. Per questo ho sognato per mesi di compiere una impresa per me ragguardevole. Effettuare ...

Continua a leggere