Winter Universiadi Trentino: Kalle Leinonen (FIN) e Alexis Kenney (USA) vincono lo sci slopestyle.

Di GIANCARLO COSTA ,

Sci Slopestyle (foto Daniele Mosna)
Sci Slopestyle (foto Daniele Mosna)

L'americana Alexis Keeney e il finlandese Kalle Leinonen hanno vinto sul Monte Bondone la gara di Slopestyle, specialità che ha fatto il suo esordio assoluto nel programma delle Universiadi proprio alla Winter Universiade Trentino 2013. La prova era stata inserita nel calendario della rassegna turca del 2011, ma era stata cancellata per le avverse condizioni atmosferiche.

Sul podio, entrambi terzi, sono saliti anche sciatori di Paesi che si affacciano sul mare: la californiana Katia Souze, che è anche surfista, ed il 27enne olandese Janne Van Enckevort. Le due medaglie d'argento, invece, sono andate alla svizzera Fabienne Werder e al polacco Szczepan Karpiel.

Keeney, 22enne studentessa di biologia, ha messo in riga le avversarie con un largo margine: dopo gli 89.40 punti delle qualificazioni, ha ottenuto uno score di 82.60 nella finale. La meno distante delle avversarie è stata l'elvetica Fabienne Werder (66.20 in qualifica e 65.20 in finale). Terza un'altra americana, Katie Souza, l'unica a migliorarsi nella manche decisiva: arrivava dal 59.40 delle qualifiche, ha chiuso con 62.60.

Quello di Leinonen, che per via del proprio repertorio acrobatico era stato invitato anche agli XGames americani, era un successo quasi annunciato. In qualificazione aveva ottenuto 88.20 punti, staccando di quasi 4 lunghezze il francese Maxime Fornier. In finale, però, Leinonen non è riuscito a migliorarsi e si è fermato a quota 87.60, tallonato da Szczepan Karpiel, che ha chiuso con 87 punti. Al terzo posto, con 84.20 punti, si è classificato l'olandese che si allena in Svizzera Janne Van Enckevort (84.20). Solo quarto il forte francese Fornier (79.60). Sedicesimo il primo degli italiani, Simone Arnaud, ventiduesimo Andrea Conci.

INTERVISTE

Alexis Keeney (USA), medaglia d'oro Slopestyle femminile: "Arrivo dal Colorado e sono praticamente nata sugli sci. Li ho messi la prima volta quando avevo due anni e da allora non ho più smesso. Mi piace sciare: il mio sogno è riuscire a vivere sciando. E vorrei tanto entrare nel circuito degli XGames. Se speravo di vincere? L'ho scoperto solo alla fine perché non ho guardato gli esercizi delle altre".

Fabienne Werder (SUI), medaglia d'argento Slopestyle femminile: "Ho 23 anni, arrivo da Unterägeri ed ho studiato pedagogia. Mi sono laureata in giugno ed adesso faccio l'insegnante. Sapevo di poter fare una bella gara, ma la medaglia d'argento è stata per me una grandissima sorpresa".

Katie Souza (USA), medaglia di bronzo Slopestyle femminile: "Ho 21 anni e vivo in California, dove pratico anche il surf. Qui in Trentino, e specialmente sul Monte Bondone, mi sono trovata benissimo: possiamo sciare in assoluta libertà e c'è tutto quello che serve per divertirsi. Ci stiamo divertendo e ci siamo divertiti anche in gara".

Kalle Leinonen (FIN), medaglia d'oro Slopestyle maschile: "Non posso non essere contento della mia vittoria, ma nella seconda "run" mi aspettavo un giudizio più alto, sopra i 90 punti. Questa disciplina mi diverte e spero di poter continuare a sciare il più a lungo possibile, anche al di fuori delle competizioni"

Szczepan Karpiel (POL), medaglia d'argento Slopestyle maschile: "Conosco Kalle da anni e so quello che vale: non mi sento sconfitto per essere arrivato secondo dietro a lui. Sochi? Ci proverò con tutte le mie forze"

Janne Van Enckevort (NED), medaglia di bronzo Slopestyle maschile: "Ho 27 anni e sono alla mia prima Universiade. La mia nazionalità è olandese, ma sono cresciuto in Svizzera e mi alleno con gli svizzeri. Di piste ne ho viste tante e di tutti i tipi ma qui sul Monte Bondone, con condizioni atmosferiche non propriamente favorevoli, hanno fatto un lavoro fantastico"

Fonte ufficio stampa Universiadi Trentino

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti