Victor de Cessole: vero scialpinismo a Casterino nel Parco del Mercantour

Di GIANCARLO COSTA ,

Victor de Cessole (foto Riccardo Murisasco) (1)
Victor de Cessole (foto Riccardo Murisasco) (1)

Si è disputata oggi una bella gara di scialpinismo sulle Alpi Marittime francesi, a Casterino, nella Valle delle Meraviglie, nel Parco Nazionale del Mercantour. Gara intitolata a Victor de Cessole, alpinista e filantropo francese originario di Nizza, vero pioniere dell’alpinismo sulle Alpi Marittime. Sarebbe stato contento della filosofia degli organizzatori del Croc Montagne di questa gara a lui intitolata, scialpinismo vero e un po’ selvaggio, “alla francese”, salite in traccia con tante inversioni e discese tecniche di loro che sono diventate difficili per via della neve rigelata dopo la pioggia di ieri fino a quota 2000. Chi affrontava il percorso più lungo, 1850 metri di dislivello per 15km, che dopo le salite a Rochers Rouges e Lac de Grenouilles (queste le salite del percorso per giovani e snowboard di 1050m), affrontava lo Chajol, si ritrovava ad affrontare la cresta ed i canali di questa montagna con ramponi longe e corde fisse. Vero scialpinismo che sembra stia scomparendo dal panorama delle gare delle Alpi Occidentali, ragion per cui sono tanti gli italiani che ogni anni passano il col di Tenda per venire a fare scialpinismo con il pettorale su queste montagne dalla cui vetta si può vedere il mare.

Gara di buon livello, anche perché per i francesi assegnava il titolo di Campione Dipartimentale.
Nel percorso A, 1850m D+ 15km, vittoria di Florian Sautel in 2h18’53”, seguito sul podio da Frederic Perrin 2° in 2h20’32” e Florian Pinel 3° in 2h22’21”. Completano la top ten Valentin Clarys 4°, Florent Besses 5°, Valery Chais 6° (anche 1° Master), Julien Brun 7°, Julien Brottet 8°, Thomas Boulanger 9° e il valdostano Amos Rosazza Buro 10° (e 2° Master).

Nella gara femminile vittoria di Marianna Jagercikova in 2h52’31”, 2a Valerie Raibaut in 3h14’38” (anche 1a Master), 3a Elise Perrin in 3h19’39”, 4a l’italiana Chiara Musso e 5a Alice Chaix.

Il percorso B, di 9km con 1050 metri D+ in due salite e altrettante discese, era per le categorie giovanili e per gli snowboarder.
Nei giovani nati dal 1999 in poi podio composto da Esteban Ciferman 1° in 1h24’23”, Piero Talenti 2° in 1h26’15” e Clement Charles 3° in 1h31’04”.
Nei giovani nati dal 2002 in poi podio tutto italiano con Andrea Murisasco 1° in 1h37’52”, Giuseppe Cantamessa 2° in 1h40’10” e Matteo Cavallo 3° in 1h47’27”.
Nella classifica snowboard vittoria di Giancarlo Costa in 1h49’51”, 2° Marco Galliano in 1h51’18” e 3° Diego Bramardi in 1h57’34”.

In allegato alcune foto del La Victore de Cessole

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti