Venerdì alle ore 18 partirà da Selva di Val Gardena il Sellaronda Skimarathon, grandi favoriti Tadei Pivk e Kilian Jornet Burgada

Di GIANCARLO COSTA ,

La partenza dei 1200 del Sellaronda 2014 (foto Selvatico)
La partenza dei 1200 del Sellaronda 2014 (foto Selvatico)

L’adrenalina inizia a farsi sentire, tutto è pronto per la ventesima edizione del Sellaronda Skimarathon che partirà venerdì 20 marzo alle ore 18 da Selva di Val Gardena. Le 600 squadre, quindi 1200 sellarondisti, affronteranno 42 chilometri e oltre 2700 metri di dislivello positivo per conquistare i quattro passi dolomitici, il Gardena, il Campolongo, il Pordoi e il Sella.

In Val Gardena arriveranno squadre provenienti da tutte le nazioni europee oltre l'Italia, saranno rappresentate Austria, Germania, Svizzera, Slovenia, Polonia, Spagna, Svezia, Danimarca, Slovacchia, Scozia e Gran Bretagna. Non mancheranno gli appassionati americani e canadesi.

Come annunciato in conferenza stampa, Oswald Santin, coordinatore del Comitato Organizzatore, ritiene che ci siano tutte le prerogative per abbattere il muro delle tre ore.

Lo scorso anno Tadei Pivk e Pietro Lanfranchi avevano tagliato il traguardo di Canazei fermando il cronometro in 3:06’14’’, quest’anno Pivk correrà con lo spagnolo Kilian Jornet Burgada, campione dello scialpinismo e dello skyrunning, mentre Lanfranchi, ha appena confermato la sua partecipazione con lo svizzero Marcel Marti.

Un’altra squadra che darà filo da torcere al team Salomon-Crazy Idea sarà quella composta dal tedesco Anton Palzer (Team Dynafit) e dall’azzurro Damiano Lenzi (La Sportiva). Anton Palzer rientra in gara dopo aver recuperato l’infortunio al ginocchio procurato durante i Mondiali di Verbier. Damiano Lenzi, dopo la medaglia d’oro nella prova iridata a squadre di Verbier e dopo aver vinto la Pierra Menta alcuni giorni fa è motivato e molto interessato a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del Sellaronda. L’unica variabile per lui sono i tempi di recupero dopo i massacranti 10.000 metri di dislivello della Pierra Menta.

Tra gli outsider troviamo la squadra di Michele Boscacci e Lorenzo Holzknecht. Michele Boscacci è appena rientrato dalla Pierra Menta dove ha conquistato un terzo posto mentre il valtellinese Holzknecht domenica scorsa sulle nevi della Val di Fiemme ha vinto il Trofeo Kreuzspitze intitolato a Walter Nones. Aspettative da podio anche per la squadra della Bela Ladinia-AS Cauriol formata da Filippo Beccari e da Thomas Trettel. Tra gli stranieri possibilità di fare un buon piazzamento anche da parte di Philip Götsch e Christian Hoffmann.

In campo femminile le detentrici del record, 3:52’21, stabilito lo scorso anno, Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini (Alta Valtellina) dovranno difendersi dagli attacchi della squadra di Martina Valmassoi ed Elena Nicolini e dal team Crazy Idea di Raffaella Rossi e Laura Besseghini. Tra le straniere anche la squadra Austria/Svizzera formata da Michaela Essl e da Victoria Kreuzer ha serie ambizioni di salire sul podio. Tra le top skiers al femminile anche Anna e Lucia Moraschinelli.

Il tempo massimo per il completamento della gara è fissato a 6.15 ore. I cancelli orari sono i seguenti, Corvara/Alta Badia: 1:20’ dalla partenza; Arabba/Fodom: 2:55’ dalla partenza; Canazei/Val di Fassa: 4:25’ dalla partenza. Il nuovo cancellato è fissato a 5 ore dal via nei pressi del passaggio al Lupo Bianco in Val di Fassa.

Per quanto il regolamento anche se le condizioni meteo dovrebbero essere favorevoli e le temperature piuttosto miti, rimane obbligatorio l’abbigliamento da avere nello zaino: giacca termica in primaloft, piumino, o softshell, moffole, e pantavento.

Fonte Areaphoto

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti