Da venerdi 27 a domenica 29 marzo le finali di Coppa del Mondo scialpinismo con il Mondolè Skialp

Di GIANCARLO COSTA ,

Mondolè visto da Colla Bauzano
Mondolè visto da Colla Bauzano

Venerdì 27 marzo il “circo bianco” dello sci alpinismo, nella sua tappa cuneese di Coppa del Mondo, partirà da Frabosa Sottana sulle nevi del Mondolè ski con la gara “vertical” il cui tracciato risale le piste delle due seggiovie che da Mongrosso-Burrino e Burrino-Monte Malanotte. I campioni partiranno alle 10,30, risaliranno i pendii a velocità che hanno dell’incredibile e arriveranno. a Monte Malanotte prima delle 11. L’intero tracciato sarà accessibile dal pubblico utilizzando gli impianti di risalita di Frabosa. La gara di Coppa sarà preceduta da una gara “open” che consentirà a tutti gli atleti tesserati di confrontarsi con i campioni.

Sabato 28 marzo, a partire dalla “conca” di Prato Nevoso e lungo i pendii del Mondolè, con passaggio per la vetta a circa 2400 metri di quota e per la Colla Bauzano, accessibile con gli impianti di Artesina, gli atleti del ranking mondiale si sfideranno nella gara “individual” fatta di veloci tragitti sci ai piedi, ripide risalite con gli attrezzi assicurati allo zaino e spettacolari discese. A seguire e sullo stesso percorso si svolgerà anche la significativa gara “individual open Tre Rifugi” che vuole ricordare il marchio di fabbrica dell’intera manifestazione “Mondolè ski Alp Coppa del Mondo di Sci Alpinismo”.

Domenica 29 marzo debutterà sul territorio piemontese la gara “sprint”, la specialità veloce dello Sci Alpinismo competitivo che garantisce spettacolo agonistico. Su un tracciato molto corto, contenuto nell’area dello Snow-park di Prato Nevoso, completamente accessibile sia a piedi che con gli sci e interamente visibile dal pubblico si svolgerà un torneo tra i migliori atleti del mondo che avrà inizio con le qualifiche alle 9 e si concluderà con le finali intorno alle 12.

Mondolè Skialp si prospetta dunque come evento di straordinario interesse per chi voglia assistere alle competizioni utilizzando gli impianti del Mondolè Ski e scoprire dal vivo questa affascinante disciplina, per gli scialpinisti che potranno posizionarsi in alcuni dei punti di passaggio più spettacolari della gara (magari aggiudicandosi i premi messi in palio dall’organizzazione), e per gli atleti tesserati, anche locali, che potranno competere sui tracciati della Coppa del Mondo.

La tre giorni di Mondolè Skialp 2015 trova in sabato 28 la giornata più intensa ed impegnativa che offre una interessante occasione di partecipazione degli appassionati sportivi e scialpinisti che potranno seguire gli atleti utilizzando gli impianti di risalita di Prato Nevoso e di Artesina oppure raggiungendo le zone della Balma. Rocche Giardina e Mondolè con le pelli di foca.

Per chi intende accedere alle aree di gara con gli sci da discesa si consiglia di raggiungere la zona di arrivo della seggiovia “Il rosso” (presso l’omonima baita) che è uno dei luoghi migliori da cui assistere alla gara. Qui gli atleti transiteranno in andata, intorno alle 9,30 e al ritorno, verso le 10,30. Per l’occasione il passaggio in seggiovia (rossa) gratuito per tutta la mattinata di sabato, fra le 8 e le 12, grazie al prezioso supporto offerto da Prato Nevoso.

In parallelo, l’organizzazione mette in palio, per i primi scialpinisti fra il pubblico che arriveranno in cima al Mondolè per assistere alla gara, 30 premi forniti da Ferrino, sponsor tecnico della competizione: fra i premi bastoni da sci, zaini tecnici, guanti e fascette copricapo.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti