Valtellina Orobie sotto la neve con le vittorie di Boscacci–Barazzuol e Besseghini–Rossi

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio femminile del Valtellina Orobie (foto Torri)
Il podio femminile del Valtellina Orobie (foto Torri)

Piano C”, 50 coppie ai nastri di partenza e alcune sorprese per la Valtellina Orobie 2015. Inviata a inizio anno per mancanza di neve, la super classica di Albosaggia è andata in scena con 70cm di fresca in zona partenza. Le abbondanti precipitazioni di questo fine settimana hanno costretto il team di tracciatori coordinati da Giorgio Lanzi e Graziano Boscacci a rivedere più volte il percorso gara. Sfumata la possibilità di utilizzare il circuito di riserva per motivi di sicurezza, si è dovuto ricorrere al “piano C” con 1200 metri di salita e altrettanti di discesa.

A vincere, come da pronostico sono stati gli azzurri Michele Boscacci – Filippo Barazzuol. Per loro applausi a scena aperta al traguardo di Campei ed ennesima consacrazione per il campione di casa che dinnanzi al proprio pubblico ha quindi festeggiato le due medaglie iridate appena conquistate sulle nevi svizzere di Verbier. Seconda piazza con discesa a rotta di collo per i valdostani Francois Cazzanelli- Stefano Stradelli che  tra le piante del tecnicissimo percorso ricavato all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi hanno infilato il più esperto duo composto dalla guida alpina trentina Filippo Beccari – Franco Collé. Nella top five di giornata si sono piazzati anche Andrea Panizza – Andrea Omodei e Mattia Curtoni – Paolo Venturini.

Sorpresa, invece, nella gara in rosa. Qui la coppia favorita della vigilia, quella composta da Roberta Pedranzini – Corinna Gherardi si è trovata a fare i conti ed è stata battuta dalle regine dell’ultimo Trofeo Mezzalama Laura Besseghini – Raffaella Rossi. Sul podio con loro anche la bormina Elisa Compagnoni che, per l’occasione, ha corso al fianco della bergamasca Paola Pezzoli.

«E’ stata dura – ha dichiarato nel post race il neo presidente della Polisportiva Albosaggia Gianluca Cristini -. Nel pre gara ha nevicato abbondantemente e ci siamo trovati a fare i conti con 70 cm di fresca che hanno vanificato il lavoro settimanale dei nostri tracciatori. Di buon ora abbiamo valutato l’impraticabilità del percorso di riserva e tracciato un terzo itinerario, comunque valido, che garantiva la sicurezza dei concorrenti». Stilando un bilancio a caldo… tutto bene: «Siamo soddisfatti – ha concluso Cristini -. Non mi resta che ringraziare tutti i volontari che in questi giorni hanno dato il massimo per la buona riuscita della gara. Gli sponsor e gli enti pubblici che nonostante il momento congiunturale ci sono vicini e ovviamente il paese di Albosaggia che per la Valtellina Orobie è sempre pronto a scendere in campo».    

Fonte Maurizio Torri

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti