In Valgrisenche (AO) termina il circuito Ski-Alp sotto le stelle e il sole: vittorie in casa per Gloriana Pellissier e Massimo Junod, nella generale Oscar Dalbard e Giuseppina Marconato

Di GIANCARLO COSTA ,

Gloriana-Pellissier-vincitrice-in-Valgrisence.jpg (foto Angolo della Foto)
Gloriana-Pellissier-vincitrice-in-Valgrisence.jpg (foto Angolo della Foto)

Ne stelle ne sole per la finale del Circuito Ski-Alp sotto le stelle e il sole 2012, giornata nebbioso, anzi “uggiosa” ma nel complesso senza maltempo. Così è andata in scena per la prima volta dopo 8 edizioni la salita e la discesa dall’Arp Vieille, la gita scialpinistica più conosciuta della Valgrisenche. Ultimo atto di un circuito iniziato a dicembre, con gare notturne e diurne, avversato da maltempo, freddo intenso e carenza di neve, ma pur sempre organizzato ed efficiente, che è riuscito a mettere insieme le vallate e le località Valdostane e Piemontesi, cosa non da poco. Un plauso quindi a Sauze d’Oulx, Doues, Ollomont, Valtournenche, Torgnon, Champorcher, Rhemes-Notre-Dame, San Barthelemy, Locana, Pian del Frais e Valgrisenche (Oropa purtroppo annullata) e a tutto il comitato organizzatore con Roberto Dallera che ha coordinato il tutto.

Gara impegnativa quella della Valgrisenge, due salite da 800 metri e due discese, la prima brevissima, mentre la seconda interminabile, dalla vetta dell’Arp Vielle (quota 2950 metri), alla pista di fondo di Mondange, con tanto di corsa sulla diga e di passo pattinato prima e dopo. Un centinaio gli atleti in gara (purtroppo si sono fatte sentire le concomitanze della Pierra Menta e della Tre Rifugi), con una bella lotta per la vittoria in campo maschile e un monologo in quella femminile.

Massimo Junod, Fabio Bazzana e Michel Cinesi si sono alternati al comando in salita e discesa fin dalla partenza, con continui sorpassi ma sempre nel giro di pochi secondi. Alla fine gli sci velocissimi da Massimo Junod, del Corrado Gex, hanno avuto la meglio nel tratto finale dalla diga all’arrivo e gli regalano un vittoria meritata in 1h43’11”, una vittoria particolare perché ottenuta nella vallata di casa e per la prima volta in contemporanea con la moglie Gloriana Pellissier, come al solito protagonista della gara femminile. Sul podio lo seguono Fabio Bazzana 2° in 1h43’27” e Michel Cinesi 3° in 1h43’36”, quarto posto per Matteo Giglio in 1h46’53”, 5° Paolo Poli in 1h47’37”, 6° Martino Cattaneo in 1h47’47” (e primo Over45), 7° Pietro Broggini in 1h47’51”, 8° Angelo Corlazzoli in 1h48’27”, 9° Corrado Vigitello in 1h49’43” e 10° Enzo Passare in 1h51’57”.

Nella categoria Over45 vittoria di Martino Cattaneo su Giuseppe Ovrier 2° e Federico Acquarone 3°. Negli Over55 Carlo Chabod s’impone su Pierino Stacchetti ed Eraldo Bergeretti. Nella Tecnica Libera vittoria di Giancarlo Costa.

La gara Cadetti-Junior, su un percorso ridotto rispetto ai Senior, Francesco Berta vince in 1h34’48” su Simone Tarchini 2° in 2h03’05”.

Nella gara femminile s’impone Gloriana Pellissier, tra l’altro decima assoluta in 1h49’56”. Per lei un antipasto del finale di stagione, che la vedrà impegnata con Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini (già compagne nello scorso Mezzalama) nel tentativo di conquistare l’unica “Gran Course” che manca al suo palmares: la Patrouille des Glaceres in Svizzera. L’hanno seguita sul podio Marina Ferrandoz seconda in 2h09’17”, Raffaella Miravalle terza in 2h17’49”, Claudia Comello quarta in 1h19’53”, Claudia Titolo quinta in 2h21’52” (e prima Over45), Milena Ghirardi sesta in 2h40’32” (seconda Over45), Giuseppina Marconato settima in 2h48’28” e Micol Enrica Borio ottava in 2h55’03”.

Dopo la gara e il pranzo nei vari ristoranti di Valgrisenche, è scattata la “maratona delle premiazioni”, perché oltre alla gara si premiava anche il circuito con i vincitori maschili e femminili e soprattutto i sorteggi di tutto il materiale in premio che sono arrivati dagli sponsor, che ha pochi uguali nelle gare italiane. La classifica generale, a punteggio dove contavano 10 gare su 11, ha premiato gli atleti più costanti nella partecipazione con i migliori risultati ottenuti. La classifica maschile ha premiato Oscar Dalbard, secondo Roberto Tanotti e terzo Andrea Bertolino. Quella femminile ha premiato Giuseppina Marconato, seconda Gloriana Pellissier e terza Raffaella Miravalle.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti