La Val di Fiemme chiude la rassegna Mondiale Sci Nordico Junior e Under 23: Norvegia prima nel medagliere

Di GIANCARLO COSTA ,

Le svedesi sul podio
Le svedesi sul podio

Ultime gare oggi dei Campionati del Mondo Junior & Under 23 di Sci Nordico in Val di Fiemme (TN) e sul primo gradino del podio delle staffette di fondo Junior sono salite Svezia e Norvegia.

Le prime a decollare dallo start di Lago di Tesero sono state le ragazze e la Russia è sembrata subito in grado di portarsi a casa un altro oro, dopo la doppietta di ieri nelle individuali. Alisa Zhambalova chiudeva la prima frazione in passo alternato con 8 secondi su Svezia, Norvegia e Germania, mentre l’Italia era già attardata di 24 secondi dalla testa di gara. La seconda frazionista russa era Yulia Belurokova, che tuttavia subiva il poderoso ritorno di Sofia Henriksson (SWE), la quale transitava davanti al rientro nello stadio. Due secondi separavano ora la svedese dalla sua diretta rivale e con lo skating era di nuovo bagarre, mentre la norvegese Tiril Udnes Weng provava ad inserirsi sulle code delle due fuggitive. Sull’ultima salita prima del terzo ed ultimo cambio Anastasia Sedova piazzava un allungo che lanciava l’ultima frazionista, l’oro individuale in classico di ieri, Natalia Nepryaeva con 10” su Jonna Sundling della Svezia. Quest’ultima tuttavia, grazie a sci velocissimi, riusciva in poco più di metà giro a ricucire tutto il divario e, approfittando di un’incertezza della leader Nepryaeva, metteva la freccia verso la seconda medaglia d’oro nel fondo in questi Campionati del Mondo della Val di Fiemme. Terza, con 26,8 secondi di ritardo ha chiuso la Norvegia, mentre le azzurre De Martin Pinter, Comarella, Ganz e Canclini hanno terminato la staffetta in 9.a posizione.

Dopo la prova femminile è stata la volta dei maschi con la 4x5km, metà in classico e metà in tecnica libera. Russia, Francia e Svezia si sono messe subito a tirare in tecnica classica, mentre sia i norvegesi che i finlandesi apparivano in leggera difficoltà. Il passaggio allo skating ha visto l’attacco immediato del russo Vakhrushev seguito come un’ombra dal francese Lapierre, mentre Hoel (NOR) raggiungeva e sorpassava lo svedese Ruus, nettamente in crisi. All’ultimo cambio transitavano appaiate le tute russa, francese e norvegese e iniziava così la volata all’oro. A 1,5km dalla chiusura Eirik Sverdrup Augdal, già medaglia d’oro nello skiathlon, lanciava il primo attacco su un tratto in piano e sia Chervotkin (RUS) che Tiberghien (FRA) erano colti di sorpresa, ma la fuga era solo momentanea perché sull’ultima erta sia il russo che il francese si rifacevano sotto e lo sprint era lanciato sul rettilineo finale. Augdal trovava la linea migliore e l’oro era suo, davanti a Tiberghien che beffava Chervotkin per un decimo di secondo. L’Italia era partita con il piede giusto e al primo cambio transitava con soli 11” di ritardo dalla testa. Alla fine, però, i quattro staffettisti Sebastiano Pellegrin, Matthias Peer, Mikael Abram e Manuel Perotti si sono classificati in 8.a posizione.

Nel medagliere complessivo la nazione vincente è risultata essere la Norvegia con 4 medaglie d’oro, 2 d’argento e 8 di bronzo. Seguono Russia (3,4,4) e Austria (3,2,2). L’Italia ha chiuso con un’unica medaglia di bronzo.

La Germania ha ricevuto il Marc Hodler Trophy, un riconoscimento alla nazione con il maggior punteggio complessivo nelle prove Junior in tutte e tre le discipline della rassegna iridata.

Al termine delle gare di oggi la Val di Fiemme ha ammainato la bandiera dei Campionati del Mondo Junior & Under 23 di Sci Nordico, ancora un successo per il comitato organizzatore trentino che ora prenderà una breve pausa prima di affrontare alcuni eventi estivi di Coppa del Mondo di Skiroll.

Info: www.fiemme2014.com

Ladies Junior Relay Classical/Free 4 x 3.3 km

1 SWE 39:54.8 (DYVIK Anna, HENRIKSSON Sofia, DAHLQVIST Maja, SUNDLING Jonna); 2 RUS RUSSIA 40:02.5 (ZHAMBALOVA Alisa, BELORUKOVA Yulia, SEDOVA Anastasia, NEPRYAEVA Natalia); 3 NOR 40:21.6 (HEIMDAL Lovise, NAKSTAD Ingeranne Stroem, WENG Tiril Udnes, WENG Lotta Udnes); 4 GER 40:54.2 (HENNIG Katharina, SAUERBREY Katherine, BELGER Julia, SCHABER Sarah); 5 SUI 41:26.4 (MEIER Alina, HIERNICKEL Lydia, ARNOLD Stefanie, FAEHNDRICH Nadine); 6 FIN 41:29.4 (KATAJALA Nea, AIRAKSINEN Elsa, LYLYNPERA Katri, JOENSUU Jasmi); 7 SLO 42:02.7 (LAMPIC Anamarija, KLEMENCIC Anita, SLABANJA Manca, EINFALT Lea); 8 CZE 42:09.9 (HYNCICOVA Petra, JIRASKOVA Sarka, SIXTOVA Anna, KLEMENTOVA Andrea); 9 ITA 42:14.8 (DE MARTIN PINTER Arianna, COMARELLA Anna, GANZ Caterina, CANCLINI Alice); 10 CAN 42:44.7 (VEZINA Frederique, BEATTY Dahria, COMEAU Anne-Marie, STEWART-JONES Katherine)

Men Junior Relay Classical/Free 4 x 5 km

1 2 NOR 53:36.6 (HEIMDAL Eivind Krane, REISTAD Petter, HOEL Johan, AUGDAL Eirik Sverdrup); 2 FRA 53:37.6 (JOUVE Richard, CHAUVIN Valentin, LAPIERRE Jules, TIBERGHIEN Jean); 3 RUS 53:37.7 (BAKANOV Alexander, KAYGORODOV Roman, VAKHRUSHEV Evgeniy, CHERVOTKIN Alexey), 4 SWE 54:54.8 (LAGESON Simon, BURMAN Jens, RUUS Marcus, SVENSSON Oskar); 5 FIN 55:26.6 (VUORINEN Lauri, SARKKINEN Joonas, HIETANEN Markus, MAKI Joni); 6 SUI 55:26.8 (KLEE Beda, RUEESCH Jason, STEINER Cédric, CAPELLI Marino); 7 KAZ 55:30.9 (KLIMIN Olzhas, MALYSHEV Sergey, MUKHIN Rinat, SEROV Maxim); 8 ITA 55:35.7 (PELLEGRIN Sebastiano, PEER Matthias, ABRAM Mikael, PEROTTI Manuel; 9 GER 56:26.3 (CEBULLA Marius, BRUGGER Janosch, STIEBRITZ Christian, TRENKLE Tobias); 10 CZE 56:29.2 (SELLER Ludek, KNOP Petr, ANTOS Jakub, KORDUTCH Jacob)

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti