Ustiugov e Oestberg dominano la seconda tappa del Tour de Ski, Francesco De Fabiani e Virginia De Martin Topranin ventesimi

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile seconda tappa Tour de Ski (foto fb Fis)
Podio maschile seconda tappa Tour de Ski (foto fb Fis)

Seconda vittoria in due giorni per Sergey Ustiugov nel Tour de Ski maschile che manda in archivio la prima parte del programma che si concluderà domenica 8 gennaio in Val di Fiemme dopo sette gare in nove giorni. Il russo, vincitore nella sprint di apertura, ha confermato il suo eccellente stato di grazia con il successo in una 10 km a tecnica classica combattuta sin dai primi metri. La gara è vissuta sugli allunghi dei norvegesi, soprattutto da parte di Martin Sundby, che però non sono serviti a scardinare la resistenza di Ustiugov, presentatosi al traguardo con un margine rassicurante sullo stesso Sundby e l'altro nordico Didrik Toenseth, mentre l'idolo di casa Dario Cologna è finito quinto, superato anche da Sjur Roethe.
Tre gli azzurri finiti a punti, anche se le ambizioni iniziali soprattutto di Francesco De Fabiani erano ben oltre il ventesimo posto finale. Il valdostano è rimasto a contatto del gruppo dei migliori per quasi tre giri, poi si è staccato nel giro conclusivo, terminando a 22" al vincitore. Bella risalita di Giandomenico Salvadori, alla fine ventiquattresimo, mentre Federico Pellegrino è finito ventinovesimo ma conclude oggi la sua esperienza al tour per preparare al meglio il doppio appuntamento di Dobbiaco (sprint più team sprint) di metà gennaio. Più staccati Maicol Rastelli 41°, Dietmar Noeckler 53° e Giorgio Di Centa 56°. La manifestazione riprenderà martedì 3 gennaio con una skiathlon a Oberstdorf.

Gara Femminile

Quattro azzurre a punti nella seconda tappa del Tour de Ski disputata a Val Mustair (Svi), una 5 km a tecnica classica vinta dalla norvegese Ingvild Flugstad Oestberg sulla connazionale Heidi Weng e la finlandese Krista Parmakoski. Virginia De Martin Topranin, partita con il pettorale 45, ha recuperato posizione su posizione, terminando la veloce gara al ventesimo posto, staccata di 44" dalla vincitrice. "Oggi avevo veramente tanta energia da spendere - ha dichiarato al termine la bellunese -, spero che questa prestazione rappresenti la svolta della mia stagione". Alle sue spalle la trentina Ilaria Debertolis, che invece non si è sentita troppo bene: "Soffro le gare del pomeriggio - ha spiegato -, non ho mai trovato il ritmo". Bene anche Lucia Scardoni, ventiseiesima a 54" e mai così bene in alternato, mentre Elisa Brocard si è piazzata ventinovesima a 58". Fuori dalle trenta invece Giulia Stuerz 42a e Francesca Baudin 43a, che termina qui come da programmi la sua esperienza al tour per non forzare il rientro dopo praticamente due anni di stop per infortunio.

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti