Trovato morto a Fenestrelle (TO) il giovane alpinista francese

Di MARCO CESTE ,

Vallone dell'Assietta
Vallone dell'Assietta

Jacques de-Mont-Livault era un’alpinista francese di 23 anni, che da una settimana era scomparso sulle Alpi Cozie. Il suo corpo è stato ritrovato ieri, senza vita, nel comune di Fenestrelle, nel vallone dell’Assietta.

Il giovane francese, originario di Parigi, era partito dalla Francia ed era arrivato ad Olux, in val di Susa, il 12 dicembre. L’obiettivo era quello di effettuare un percorso di trekking che lo avrebbe portato fino a Cavalermaggiore, dove per il giorno 15 dicembre aveva appuntamento con una cugina. Domenica scorsa aveva dormito a Modane, per poi incamminarsi il giorno successivo verso Clotes, località sciistica di Sauze D’Oulx. Nella stessa giornata di lunedì, era stato visto nel villaggio di Richardette, sopra Sauze, da dove avrebbe proseguito il suo trekking verso il Colle Basset e la vialle dell’Assietta. Da qui, più nessuna notizia. Una settimana intera di silenzio, paure e brutti pensieri per i suoi famigliari, che dopo alcuni giorni hanno denunciato la sua scomparsa alle autorità francesi, subito entrate in contatto con quelle italiane del posto.

Ieri, la tragica scoperta. Hanno preso parte all’operazione le squadre dei Vigili del Fuoco di Susa e dei Volontari di Bardonecchia, i Nuclei SAF e Cinofilo e il Soccorso Piste, in collaborazione con le forze dell’ordine e soccorso alpino.

Il giovane francese era un alpinista esperto, ma la tragedia pare sia stata causata dall’aver commesso una leggerezza, in quanto stava avanzando senza ramponi in un tratto con grande presenza di ghiaccio. Tragica conseguenza, la scivolata fatale.

Marco Ceste



Può interessarti