Trofeo Tre Valloni - Argentera Valle Stura (CN)

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Tre Valloni
Partenza Tre Valloni

Il 22° Trofeo Tre Valloni, gara di scialpinismo a Tecnica Classica e Tecnica Libera (Sci di Fondo e Snowboard), chiude anche la Coppa Piemonte di Scialpinismo, al termine di una lunga stagione di 11 gare notturne e diurne. Quest'edizione della Tre Valloni è stata condizionata dall'ultima abbondante nevicata, oltre 1 metro di neve caduta in settimana con il passo della Maddalena chiuso per valanghe. Risalendo la Valle Stura la sera precedente, mi sono accorto che non è un pericolo fittizio, la vallata è rimasta isolata per una settimana prima di Natale, le cataste di legna a bordo strada ed i guardrail piegati sono ancora li a testimoniare gli effetti di quest'inverno senza fine del 2009.

Quindi anche questa volta, come domenica scorsa alla Tre Rifugi, percorso modificato per far correre gli scialpinisti in sicurezza e gara non certo meno impegnativa di quella originale.

Partenza dagl'impianti di Bersezio, salita fino alla cima degli impianti di Andeplan, ripidissima in partenza e poi un lungo falsopiano, discesa, risalita alla cima della prima seggiovia, quindi discesa in fuoripista fino all'intermedio, risalita all'Anderplan, ridiscesa e risalita alla cima della seggiovia e discesa finale con uno spettacolare fuoripista nei boschi fino a Bersezio. In totale diversi chilometri di sviluppo, 1800 metri di dislivello e 7 cambi d'assetto, insomma ci si metteva alla prova in salita, in discesa e nei cambi, con un tracciato che ha comunque impegnato tutto il Soccorso Alpino, Guardie Forestali, Finanza e la comunità della Valle Stura, per organizzare un evento scialpinistico in linea con la tradizione della vallata in questo sport.

I giovani gareggiavano su un percorso ridotto con le vittorie di Ivan Giordanengo nei Cadetti e Giovanni Dematteis negli Junior (a proposito un altro della dinastia Dematteis della Valvaraita che s'affaccia negli sport di montagna).

Nella gara a Tecnica Classica femminile, vittoria della coppia Maria Orlando - Claudia Comello in 2:43'29", su Balbis-Martinale 2° 2:45'56" e Moriondo-Luparia 3:14'58"

Nella Tecnica Libera femminile vittoria di Giorgia Ghigo e Domenica Gerbotto in 3:21'48".

Nella gara maschile a Tecnica Classica vittoria per l'inedita coppia Diego Mamino - Corrado Vigitello in 2:05'41", su Colajanni-Spairani 2° 2:11'52", Facchini-Fiorito 3° 2:13'50", Cavallo-Giraudo 4° 2:15'42", Bernardi-Dutto 5° 2:16'15", Cerquettini-Saulo 6° 2:20'35", Basso-Calimodio 7° 2:24'45", Grimaldi-Roatta 8° 2:30'12", Sclavo-Peraudo 9° 2:36'15", Bruna-Delfino 10° 2:38'03".

Nella Tecnica Libera, che prevede l'uso di sci da fondo con discesa a raspa e da un paio d'anni categoria aperta anche allo snowboard, con la salita in sci corti, vince la collaudata coppia Giovanni Gerbotto - Alberto Colajanni in 2:05'54", seguiti da Viale-Stralla 2° 2:13'02", Faggio-Mauro 3° 2:15'41", Faggio-Barale 4° 2:24'42", Farina-Baudino 5° 2:25'56",  Costa-Galliano 6° 2:27'44", Bagnis-Raineri 7° 2:51'15"

Per me un'altra bella gara in snowboard con l'amico Marco Galliano, visto che oltre alle interminabili salite, questa volta c'era una spettacolare discesa nel bosco, da fare 2 volte, un modo per ribadire che lo snowboard alla fine nacque per fare il fuoripista e che quindi ci può stare anche in queste tradizionali e bellissime gare di scialpinismo.

A breve il servizio fotografico completo dell'evento.

In allegato le classifiche complete.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti