Il Trofeo Rollandoz compie 40 anni domenica 6 aprile a Rhemes-Notre-Dame (AO) e assegna i titoli di Campionato Italiano Individuale di Scialpinismo a Tecnica Libera

Di GIANCARLO COSTA ,

La cresta finale del Trofeo Rollandoz
La cresta finale del Trofeo Rollandoz

Domenica 6 aprile si disputerà la 40a edizione di una delle gare storiche dello scialpinismo valdostano e nazionale, il Trofeo Rollandoz. Questa gara di scialpinismo della val di Rhemes, ancora una volta assegnerà il titolo di Campione d'Italia di scialpinismo a Tecnica Libera individuale, dove si può gareggiare con sci larghi (quelli della Tecnica Classica per intenderci), o sci da fondo e bastoni a raspa o l'ultima tecnica con snowboard e scietti.

Il percorso gara prevede la partenza in località Les Oreiller, salita nel bosco fino alla Croce dell’Entrelor, per proseguire poi verso le baite dell’omonimo alpeggio. Si sale ancora fino a quota 2900 m circa per affrontare la prima discesa, di ritorno verso le baite ( fino a quota 2177 m). Nella seconda salita si sale fino a quota 2562 m e si ridiscende in direzione della Croce (quota 2122 m) per affrontare l’ultima salita con gli sci e la spettacolare cresta della Testa dell’Entrelor (altalenante sui 2565 m di quota) a piedi e con i materiali sullo zaino. Dopo averla percorsa, si raggiunge il colle Gollien (2558 m circa) e si comincia l’ultima discesa nel vallone del Sort, che porta all’arrivo in località Chanavey. Il percorso totale si sviluppa su una distanza di 17,500 km circa con un dislivello positivo di 2030 m.

Per quanto riguarda le categorie Junior e Cadetti, partenza in località Les Oreiller, salita nel bosco fino alla Croce dell’Entrelor, per proseguire poi verso le baite dell’omonimo alpeggio. Si sale ancora fino a quota 2300 m circa (giro giovani) per affrontare la prima discesa, in direzione della Croce (quota 2122 m) , quindi si percorre  l’ultima salita con gli sci e la spettacolare cresta della Testa dell’Entrelor (altalenante sui 2565 m di quota) a piedi e con i materiali sullo zaino. Dopo averla percorsa, si raggiunge il colle Gollien (2558 m circa) e si comincia l’ultima discesa nel vallone del Sort, che porta all’arrivo in località Chanavey. Il percorso totale si sviluppa su 12,390 km circa e 1000 m circa di dislivello positivo.

Si vocifera addirittura della partecipazione di Kilian Jornet Burgada, che in preparazione per le sue prossime imprese del “Summit of my Life” non partecipa alle gare a coppie (come Pierra Menta e Rutor) ma solo alle individuali. Staremo a vedere. Sicuramente saranno al via i tanti scialpinisti valdostani che comunque tengono a questa gara.

Quindi si spera in una nutrita partecipazione di scialpinisti, cosa che ripagherebbe degli sforzi il Comitato Organizzatore che porta avanti questa gara molti sforzi e passione, con Paolo Berthod, Giorgio Pellissier e Nella in prima fila per tutti gli aspetti organizzativi, sia di tracciatura che burocratici.

Programma

SABATO 5 Aprile 2014

BRIEFING

alle ore 18:00 circa presso l’espace loisirs di Rhêmes-Saint-Georges

DOMENICA 6 Aprile 2014

PARTENZE dalla località oreiller di Rhêmes-notre-dame

ore 8:00 partenza in linea atleti Senior e Master

ore 8:15 partenza in linea atleti Cadetti e Junior

PREMIAZIONE

ore 15:00 circa presso l’espace loisirs di Rhêmes-Saint-Georges.

A tutti i concorrenti verrà consegnato un oggetto ricordo e altri ricchi premi a sorteggio.

Per informazioni contattare:

Nella 3334690941

Paolo 3889208174 (per informazioni percorso)

Giorgio 3337163084 (per informazioni percorso)

Per info e iscrizioni

www.sciclubgrantaparey.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti