Il Trofeo Rollandoz alla 39a edizione incorona Dennis Brunod e Tatiana Locatelli campioni italiani di scialpinismo tecnica libera – Rhemes-Notre-Dame (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

La cresta finale del Trofeo Rollandoz giunto alla 39a edizione vinto da Dennis Brunod e Tatiana Locatelli
La cresta finale del Trofeo Rollandoz giunto alla 39a edizione vinto da Dennis Brunod e Tatiana Locatelli

Il Trofeo Rollandoz, dedicato alla memoria di Robert Rollandoz, Assessore della regione Valle d'Aosta nei primi anni '70, affezionato frequentatore delle montagne della Val di Rhemes, raggiunge il traguardo delle 39 edizioni, che la annoverano tra le gare più “anziane” del panorama scialpinistico italiano. Teatro della manifestazione il vallone di Entrelor, uno dei paradisi dello scialpinismo valdostano, quest'anno rivoluzionato nel percorso, non certo nello spirito di chi organizza e di chi compete. Organizzare questa gara è un momento di aggregazione per tutta la comunità di Rhemes-Saint-George, che vanta 200 residenti e che per metà sono coinvolti nell'organizzazione, come ha ricordato la presidentessa dello Sci Club Granta Parey Nella Therisod, ben coadiuvata sulla parta logistica e organizzativa dal Paolo Berthod e Giorgio Pellissier. Ultimo baluardo della Tecnica Libera dello scialpinismo, assegna ormai da qualche anno il titolo di Campione Italiano per tutte le categorie di età, Senior, Master, Cadetti e Junior, anche se l'attrezzo preponderante anche in questa categoria è lo sci largo, visto che i fondisti e gli snowboarder, gli altri 2 attrezzi con cui è consentito partecipare, si possono ormai contare sulle dita di una mano.

Il forte pericolo di valanghe in questa zona (4), ha costretto gli organizzatori ad una sostanziale modifica del tracciato, che anziché salire all'anticima dell'Entrelor, ha virato a quota 2600, dopo circa 900 metri di salita, per scendere e risalire di 400 metri, per riscendere e affrontare la terza risalita di giornata di 480 metri, vera novità di quest'edizione, perchè sci nello zaino si percorreva a piedi la cresta che portava al Col Gollien, prima della definitiva discesa nei boschi e sulla pista fino all'arrivo di Chanavey, per un totale di 1750 metri di dislivello positivo.

Proprio in questa discesa si ribaltava il risultato finale, con Dennis Brunod che raggiungeva e superava il francese Tony Sbalbi, un abitueè del Rollandoz, vincendo gara in 1h39'13” e ovviamente titolo Italiano di scialpinismo.

“Sono molto contento di questo successo” ha dichiarato Dennis prima della premiazione”perchè è la prima volta che vinco il Trofeo Rollandoz, una gara storica dello scialpinismo Valdostano. Con questa vittoria e con un altro titolo italiano in bacheca, ora guardo assieme ai miei compagni di squadra Filippo Barazzuol e Franco Collè al Trofeo Mezzalama, con la speranza di ben figurare anche al cospetto delle forti squadre in gara.”

Una buona annata per Dennis, anche vincitore del Sellaronda, che lo vedrà ancora due settimane sugli sci prima della stagione estiva di corse in montagna, skyrunning e trail che ormai bussa alle porte. Il bravissimo e simpatico francese Tony Sbalbi 2° in 1h39'28” s'è infilato sul podio tra Dennis e i suoi compagni di squadra del prossimo Mezzalama, un ottimo Filippo Barazzuol 3° in 1h39'39” e Franco Collè 4° in 1h42'12”, rispettivamente anche medaglia d'argento e di bronzo nella classifica del campionato Italiano. Li seguono Daniel Yeuilla 5° in 1h43'10”, Daniel Antonioli 6° in 1h43'16”, il francese Pierre Gachet 7° in 1h45'57”, Matteo Stacchetti 8° in 1h46'18”, l'altro transalpino Bastien Fleury 9° in 1h47'34” e Andrea Basolo 10° in 1h47'38”.

Titolo Master (Over45) per Marco Tosi, argento per Giuseppe “Pech” Ouvrier e bronzo per Martino Cattaneo

Titolo Cadetti per Erik Pettavino, argento per Michele Cazzanelli e bronzo per Matteo Gottardelli, mentre tra gli Junior il titolo italiano va a Norman Gusmini, argento per William Boffelli e bronzo per Filippo Canavese.

Terza vittoria al trofeo Rollandoz per Tatiana Locatelli e titolo Italiano femminile di scialpinismo a Tecnica Libera, che in 2h14'28” ha la meglio sulla concorrenza di Raffaella Miravalle argento in 2h16'13” e di Elena Tornatore ottimo bronzo in 2h19'56”, con Marina Ferrandoz quarta in 2h20'55” e Micol Murachelli quinta in 2h24'29”.

Tra le Master vittoria per Claudia Titolo, su Ponzo e Claudia Borghini.

In allegato le classifiche complete e le foto del 39° Trofeo Rollandoz.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti