Al Trofeo Mezzalama, confermante 300 squadre, ma ci sono le wild card per i “topskiers”. Il 16 aprile a Gressoney-Saint-Jean la presentazione ufficiale.

Di GIANCARLO COSTA ,

Adriano Favre, Amedeo Maccagno, Giorgio Pession
Adriano Favre, Amedeo Maccagno, Giorgio Pession

Il Trofeo Mezzalama continua la sua marcia d’avvicinamento verso il 27 aprile quando da Breuil-Cervinia partirà la diciannovesima edizione della “Maratona dei Ghiacciai”.

«In queste ultime settimane - ha detto Adriano Favre direttore tecnico del Trofeo - confermate le 300 squadre e preso atto di eventuali rinunce, abbiamo preso alcuni team dalla lista d’attesa e abbiamo infine formalizzato la lista di partenza ufficiale».

«Guardando i curricula - ha continuato Favre - abbiamo cercato di privilegiare gli equipaggi con esperienze alpinistiche. Sicuramente l’aspetto atletico e la preparazione fisica sono determinanti, ma dobbiamo ricordarci che il tracciato di gara del Trofeo Mezzalama si svolge in un ambiente severo di alta montagna. Il nostro primo obiettivo è garantire la sicurezza di tutte le persone coinvolte, dalle squadre agli uomini dell’assistenza dislocati lungo il percorso. L’aspetto che mi ha sorpreso, analizzando i curricula delle squadre, è che anche le “new entry”, cioè le persone che per la prima volta parteciperanno al Mezzalama, hanno formato la squadra inserendo dei mezzalamisti oppure gente con indiscussa esperienza alpinistica. Questo vuol dire che tutti si sono accorti di quanto sia fondamentale il sapersi muovere sul filo dei 4000 metri di quota».

Il 27 aprile saranno quindi 900 atleti impegnati nella lunga maratona che collega Breuil-Cervinia a Gressoney attraversando il gruppo del Monte Rosa per un totale di 2862 metri di dislivello positivo con una lunghezza che supera i 45 chilometri.

Tra i nastri di partenza oltre all’Italia saranno venti le nazioni rappresentate: Polonia, Svizzera, Repubblica Ceca, Germania, Stati Uniti, Canada, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Andorra, Austria, Svezia, Paesi Bassi, Danimarca, Belgio, Lussemburgo, Bulgaria, Russia, Slovacchia e Norvegia.

La macchina organizzativa della Fondazione Trofeo Mezzalama oltre a pensare all’aspetto puramente tecnico-agonistico, sta lavorando per dare la massima visibilità mediatica alla competizione prima, durante e dopo la maratona.

«Vogliamo riproporre lo streaming video - ha detto Adriano Favre -, la passata edizione abbiamo fatto un test di fattibilità, è un servizio interessante e che coinvolge molti utenti, proprio per questo motivo dobbiamo potenziare ogni area di questo progetto soprattutto perchè vogliamo condividere in diretta le immagini che arriveranno dalla cresta del Castore».

«Oltre allo streaming - ha concluso Favre - stiamo realizzando, con il supporto della Film Commission Vallee d’Aoste, un documentario sul Trofeo Mezzalama che andrà in onda su Deejay TV all’interno del programma “Fino alla fine del Mondo”».

Per quanto riguarda i prossimi appuntamenti d’avvicinamento in vista della partenza della 19^ edizione, martedì 16 aprile alle 17.30 si svolgerà al palazzetto “Sporthaus” di Gressoney-Saint-Jean la presentazione ufficiale della “Maratona dei Ghiacciai”. L’evento che annuncerà le novità del Mezzalama è aperto a tutti.

Fonte ufficio stampa Trofeo Mezzalama

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti