Trofeo Mezzalama 2015: la Monterosa SpA annuncia speciali misure per favorire gli allenamenti, venerdì 27 marzo al Forte di Bard la presentazione ufficiale

Di GIANCARLO COSTA ,

Lenzi, Eydallin e Reicchegger al col del Lys lanciati verso la vittoria del Trofeo Mezzalama 2013
Lenzi, Eydallin e Reicchegger al col del Lys lanciati verso la vittoria del Trofeo Mezzalama 2013

L’appuntamento con la ventesima edizione del Trofeo Mezzalama fissata per sabato 25 aprile si sta avvicinando a grandi passi come la primavera. La “maratona dei ghiacciai”, prova della Grande Course e della Coppa del Mondo Long Distance ISMF, si correrà  lungo un percorso capovolto rispetto a quello consueto. Si partirà infatti da Gressoney-La-Trinité e, cavalcando i ghiacciai e le creste del massiccio del Monte Rosa sul filo dei quattromila metri di quota, si arriverà questa volta a Breuil-Cervinia. L’edizione straordinaria con inversione a U della storica gara di skialp nata nel 1933 inaugurerà le celebrazioni dei 150 anni della conquista del Cervino previste per l’estate.

«A un mese e mezzo dal via - ha detto Adriano Favre direttore tecnico della Fondazione Trofeo Mezzalama - sono arrivate le richieste di iscrizione di oltre 300 squadre, equivalenti a ben 900 atleti. I team si sono già molto autoselezionati e il livello è veramente alto. A oggi abbiamo esaminato e confermato circa 200 team. Oltre a valutare i risultati agonistici delle gare più importanti della Grande Course e della Coppa del Mondo, personalmente sono molto attento al curriculum alpinistico, perché per il Trofeo Mezzalama l’esperienza in alta montagna è un requisito essenziale».

Intanto gli atleti stanno intensificando gli allenamenti, cercando in particolare di approfondire la conoscenza del percorso che, in seguito all’inversione del senso di marcia, risulta per tutti nuovo.  Oltre all’aumento del dislivello complessivo di circa 350 metri, le difficoltà più temute sono le ripide discese del Naso dei Lyskamm e della parete Ovest del Castore. Sembra invece un po’ meno severo del tradizionale e temuto cancello del colle del Breithorn il nuovo varco orario fissato al Rifugio Mantova (3470 m): potranno proseguire la gara le squadre maschili che passeranno entro le 3 ore; entro le 3 h 15’ quelle femminili e miste. «Ho preferito lasciare circa un quarto d’ora di respiro in più - spiega Adriano Favre - per evitare di spremere gli atleti nel primo tratto. Questa volta, invece del lungo falsopiano dei Breithorn, la salita prosegue fino ai 4100 m del Naso!»

Per permettere ai mezzalamisti di allenarsi e provare sul campo il nuovo tracciato la Monterosa SpA ha predisposto apposite misure. Al mattino, dalle ore 5.30 alle 8.15 verranno sospese le operazioni di battitura e preparazione delle piste che salgono da Gressoney-La-Trinité. La zona aperta agli allenamenti skialp interessa la Pista G3 Jolanda fino al primo bivio, poi a sinistra per Bedemie e prosegue sulla pista G5 Alpericka fino all’Alpe Gabiet; da qui sale per un tratto di pista G7 dei Salati fino all’ampio piano sopra gli alberghi, a quota 2500 mt circa. Continua sulla traccia a sinistra, indicata dalle paline arancioni, che porta all'Orestes Hütte e sul fuoripista di Indren.

Tutte le novità del XX Trofeo Mezzalama 2015 verranno illustrate in dettaglio nel corso della presentazione ufficiale venerdì 27 marzo, alle ore 18, nella “Sala Archi Candidi” del Forte di Bard.

Fonte ufficio stampa Trofeo Mezzalama

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti