Trofeo Giono a Inverso di Vico Canavese (To): Alain Seletto e Raffaella Miravalle illuminano la notturna dello Sci Club Valchiusella

Di GIANCARLO COSTA ,

Alain Seletto vincitore a Inverso
Alain Seletto vincitore a Inverso

Tante luci, quelle delle stelle in cielo, quelle della pianura canavesana e quelle in lontananza di Torino, quelle delle tante torce accese sull’itinerario completamente in fuoripista e quelle delle frontali dei concorrenti, che hanno reso ancor più suggestiva la serata del martedi “grasso” di carnevale, mentre a Ivrea si tiravano le arance. Questo angolo del canavese, la Valchiusella è un gioiello un po’ nascosto, che viene promosso e fatto conoscere proprio dalla passione di chi vive su questo territorio, come tutti i rappresentanti dello Sci Club Valchiusella, con Enrico Zenerino e la famiglia Benone che si sono adoperati per la perfetta riuscita di questa notturna. Il percorso che inizialmente prevedeva salita e discesa, è stato modificato in sola salita per ragioni di sicurezza visto che negli ultimi giorni il manto nevoso è stato eroso dal ritorno del caldo. Comunque 700 metri di dislivello e 4,5 km di sviluppo sono stati il tracciato completamente in fuoripista realizzato per questa serata, con alcuni tratti in contropendenza molto tecnici che hanno fatto la selezione anche nelle posizioni di vertice.

Partenza a razzo su strada per circa 300 metri con il cuneese Marco Moletto, talento della corsa in montagna che si cimenta con sci e pelli di foca, subito in fuga, tallonato da Alain Seletto, che sornione non perde un colpo e sferra l’attacco decisivo a metà percorso, tratto in cui la sua padronanza degli sci e lo scorrimento hanno fatto la differenza. Quindi sul traguardo posto a “Punta Cita” all’inizio della cresta che porta a Cima Bossola, si presenta vincitore Alain Seletto in 33’49”, seguito da Marco Moletto 2° in 35’01”, quindi Oscar Dalbard completa il podio 3° in 37’42”. Seguono nella top ten Alex Peraudo 4° in 38’22”, Bruno Perino 5° in 40’18”, Luca Anastasi 6° in 40’19”, Tanotti Roberto 7° in 41’32”, Roberto Giono 8° in 42’22”, Gianni De Podestà 9° in 42’29” e Luigi Bianchetti 10° 42’36”. La classifica Cadetti è stata vinta da Francesco Berta, 2° Simone Tarchini. Nella categoria Over45 1° Gianni De Podesta 2° Luigi Bianchetti, 3° Giorgio Rostan

La Tecnica Libera è andata a Giancarlo Costa in 44’35” su Sergio Gaia 2° in 48'39".

Gara rosa a Raffaella Miravalle in 44’47”

A breve la classifica completa, in allegato le foto della serata.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti