Tre Coppe del mondo il bilancio dell’Italia dello Snowboard

Di GIANCARLO COSTA ,

La Nazionale di Snowboardcross a Cervinia
La Nazionale di Snowboardcross a Cervinia

Un’altra annata da record per la Nazionale Italiana Snowboard diretta da Cesare Pisoni, con 3 Coppe del mondo, 12 vittorie e 29 podi individuali complessivi. Forse non il record assoluto, ma rispetto alla metà degli anni ‘90 è diminuito il numero di gare, anche se si è alzata la qualità dei partecipanti alla Coppa del mondo.

Un fenomeno a se stante è senza dubbio Roland Fischnaller, che compirà tra pochi mesi 40 anni, il più vincente snowboarder italiano nella storia di questo sport. “Capitan Fisch” è sul podio di Coppa del mondo da 19 anni, ma quest’anno, dopo le Coppe del mondo PSL del 2016 e 2018, per la prima volta è riuscito a vincere la Coppa del mondo generale di Parallelo, che tiene conto dei risultati sia di gigante che in slalom. I suoi tre successi di tappa e cinque podi complessivi, gli hanno permesso di raggiungere il primo posto anche nella specialità PGS, mentre in quella di slalom due cancellazioni consecutive degli appuntamenti di chiusura a Livigno e Winterberg, gli hanno consegnato il secondo posto nel PSL. Lo slalom ha visto la squadra diretta da Cesare Pisoni e allenata da Rudy Galli, recitare un ruolo di primissimo piano, con Mirko Felicetti al quinto posto e Edwin Coratti al sesto. In campo femminile Nadya Ochner si è ben difesa con un paio di presenze fra i primi tre, equamente divise fra gare individuali e gare a squadre.

Snowboardcross

Stessa musica anche nello snowboadcross, una stagione dominata dagli azzurri allenati dai fratelli Luca e Stefano Pozzolini. Michela Moioli nelle sole sei gare andate in scena ha dominato la concorrenza con tre vittorie e altrettanti secondi posti, legittimando nella prova di chiusura a Veysonnaz il terzo alloro femminile della carriera con un netto successo nonostante la difficile situazione personale vissuta al di fuori delle scene agonistiche per la pandemia coronavirus. Una bona dote di punti e podi hanno portato anche Raffaella Brutto e Sofia Belingheri. Fra gli uomini il valdostano Lorenzo Sommariva, con 2 vittorie, ha conteso fino alla curva conclusiva il titolo all’austriaco Alessandro Haemmerle, che solo negli ultimi metri dell’ultima gara è riuscito a mettere la sua tavola davanti a quelle degli azzurri, Sommariva secondo e l'altoatesino Omar Visintin, terzo e come sempre competitivo su ogni tracciato e in ogni condizione di pista, al pari di Emanuel Perathoner, in corsa per il podio fino alla tappa di Veysonnaz.

Freestyle

Nelle specialità del freestyle Slopestyle e Big Air il trio composto da Emiliano Lauzi, Loris Framarin e Alberto Maffei ha consolidato il proprio percorso di crescita, con buoni piazzamenti.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti