Tragico fine settimana di Pasqua per lo scialpinismo: 5 morti in valanghe tra Alpe Devero, Val Formazza e Alto Adige

Di GIANCARLO COSTA ,

L'intervento dell'Elisoccorso in Val Formazza (foto Walter Moroni)
L'intervento dell'Elisoccorso in Val Formazza (foto Walter Moroni)

Due valanghe in Val d'Ossola: morti uno scialpinista Val Formazza e uno all'Alpe Devero

Due gravi incidenti in alta Val d'Ossola, con due valanghe che all'Alpe Devero e in Val Formazza hanno causato due vittime.

In alta val Formazza, vicino al lago di Morasco, Gilberto Bazzoli, di Roncone (Trento), faceva parte di un gruppo di tre persone. Una valanga staccatasi dal canale dei Sabbioni, lo ha travolto, e sprovvisto di sistema ARTVA, è stato recuperato dopo circa 2 ore dagli operatori del Soccorso Alpino, senza vita.

Era invece da solo l'uomo travolto da una slavina che si è staccata sotto il pizzo della Rossa, a circa 2000 metri di quota all'Alpe Devero, in valle Antigorio. Dopo essere stato travolto dalla valanga, è stato lui stesso a chiamare i soccorsi. Il forte vento però non ha permesso all'elicottero di arrivare sul posto e quindi i primi volontari del soccorso alpino sono riusciti ad arrivare solo dopo due ore di cammino. Lo scialpinista ha riportato la frattura di un femore ed è stato caricato su un toboga. Mentre scendevano a valle l'infortunato è andato in arresto cardiaco. E' stato quindi trasferito all'ospedale svizzero di Berna dove è deceduto.

Valanga a Solda sulla Punta Beltovo: morti tre scialpinisti, un disperso

Il dramma sulle pendici dell’Ortles. Le vittime due italiani e un tedesco Una persona manca all’appello

Una splendida giornata di sole dopo settimane di maltempo ha tradito un gruppo di alpinisti sul massiccio dell’Ortles, a quota tremila, in Alto Adige. I morti sono tre: Marco Gius, di Bolzano, Mauro Giovanazzi, di Trento e un tedesco Volker Klar. Ma un altro alpinista tedesco risulta disperso e dopo le ricerche cominciate subito dopo la tragedia, in serata sono state sospese.

La valanga si è staccata da Punta Beltovo di Fuori, quota 3214 metri. Un altro gruppo di scialpinisti accorsi alla vista della valanga, ha liberato alcuni scialpinisti travolti. Contemporaneamente viene lanciato l’allarme e sul posto, giungono gli uomini del Soccorso Alpino con i cani da valanga, che trova e disseppellisce purtroppo le 3 vittime. Uno scialpinista risulta ancora disperso, quindi una probabile ulteriore vittima della valanga.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa