Tragedia sul Monte Rosa, un morto in valanga

Di GIANCARLO COSTA ,

Punta Giordani dal Passo dei Salati
Punta Giordani dal Passo dei Salati

E’ una delle discese più ambite del freeride, quella della “Malfatta”, ma ieri è costata la vita a Mattia Verri, 35 anni, di Borgosesia (Vercelli). Il comprensorio del Monterosa, tra Alagna e Gressoney è da sempre considerato il “Freeride Paradise” e la discesa dal Colle della Malfatta è una delle più prestigiose. Erano in tre, oltre al Verri erano presenti Silvio Fila, 44 anni di Borgosesia e la guida alpina Sandro Borini, 41 anni di Civiasco, che li stava accompagnando. Forse il loro peso sul manto nevoso ha causato la valanga che ha travolto Verri, che era rimasto indietro rispetto agli altri due, che lo hanno soccorso ed estratto dalla neve senza vita, a causa dei traumi subiti durante la caduta in valanga. Anche il tempestivo intervento dell’elisoccorso, che era sul posto dopo 10 minuti, insieme a Soccorso alpino, Carabinieri e Guardia di finanza non è servito a nulla. Mattia Verri era il figlio di Giancarlo, presidente della Camera di commercio di Vercelli.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti